Milan, Cardinale fa sul serio: operazione da 40 milioni

Riccardo Siciliano
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

È ufficialmente partita l’operazione stadio del Milan. La società rossonera ha compiuto un primo passo fondamentale verso la costruzione della nuova struttura, acquistando il terreno della zona in cui sorgergerà l’impianto, a San Donato, nell’area San Francesco.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, l’operazione è costata al Milan circa 40 milioni di euro. L’inaugurazione dello stadio è invece prevista per il 2028. Per il Diavolo iniziano adesso una serie di tappe fondamentali verso la costruzione. Ci sarà una conferenza tra i vari entri e aziende che sono chiamate in causa della realizzazione dell’opera: Regione Lombardia, Comune di Milano, Ferrovie dello Stato e Parco Agricolo Sud Milano, oltre a Sportlifecity, società acquistata dai rossoneri e proprietaria dell’area interessata di San Francesco.

Le parole del sindaco di San Donato

In merito al progetto, il sindaco di San Donato, Francesco Squeri, si era così espresso nel corso della conferenza stampa di presentazione avvenuta a metà gennaio: “L’impianto avrà 70 mila posti, due livelli di parcheggi per 3.500 posti, un albergo, ristorazione, uffici, uno store del Milan, un museo, una grande piazza e un auditorium“. L’obiettivo del Milan e del proprietario Cardinale è quello di giocare nella nuova casa dalla stagione 2028-2029.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana