Napoli, Collovati sull’addio di Spalletti: “Errore di De Laurentiis, che ca**o è la PEC”

Lorenzo Gulino
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

La stagione del Napoli non sta andando di certo secondo quelle che erano le aspettative di inizio anno. Dopo lo scudetto vinto tutti pensavano ad una squadra che, nonostante l’addio di Spalletti, potesse provare a lottare nuovamente per il titolo, magari anche senza vincerlo.

La realtà, però, è stata tutt’altra. Un settimo posto in classifica che pesa come un macigno che porta le macerie dell’esonero di Rudi Garcia e dell’approdo, su un filo impercettibile, di Mazzarri. Insomma una situazione che nessuno si sarebbe mai aspettato ad inizio anno e che il Napoli sta tentando di risollevare.

Le polemiche sull’addio di Spalletti

A destare grande sospetto e polemiche è l’addio di Spalletti e, in particolar modo, la modalità d’azione dello stesso De Laurentiis. A parlarne è stato Fulvio Collovati a Televomero: “Conferenza stampa di De Laurentiis? Sembrava dicesse ‘io sono io e voi non siete un ca**o’. Voglio capire cosa è successo, il presidente è andato a ruota libera, tanti si sono comportati da cagnolini”.

Luciano Spalletti, CT Italia
Luciano Spalletti, CT Italia @livephotosport

Ha poi continuato: “Voglio dire una cosa: hai vinto lo scudetto con 16 punti di anticipo tre mesi prima, possibile che arrivi al 12 maggio per trattare il rinnovo di Spalletti? Questo è l’errore che ha commesso De Laurentiis. Che fai gli mandi una PEC? Ma che rapporto umano c’è? A marzo dovevi muoverti per trattare il rinnovo, non il 12 maggio con una fredda PEC, ma che ca**o è la PEC? Allora pure i rinnovi li tratti con la PEC o parli con i procuratori?”.

In questo articolo si parla di: