Retroscena Napoli, De Laurentiis negli spogliatoi: “Che c***o stai combinando?”

Francesco Mazza
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Al Konami Training Center di Castel Volturno, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha tenuto una conferenza stampa in cui ha toccato diversi temi. Tra quelli più attesi non poteva mancare un ritorno sulla vicenda Rudi Garcia ed il suo esonero dopo la brutta sconfitta casalinga per 1-0 con l’Empoli. Il numero uno azzurro non ha usato mezzi termini ed ha voluto raccontare la vicenda esattamente come è andata, per fare chiarezza una volta per tutte.

Queste le sue parole: “Mi sento dire delle cose che se fossi un allenatore farei causa, visto che gli è stato dato del bollito, così come a Mazzarri. Credo che Garcia sia stato il miglior allenatore della Ligue 1 in passato, arriva due volte secondo con la Roma, con dieci vittorie consecutive all’esordio in Serie A. Poi è stato esonerato alla terza stagione, con uno spogliatoio non facile da gestire. Nel 2017/18 ha fatto la finale di Europa League con il Marsiglia, persa con l’Atletico Madrid. Nel 2019/20 ha fatto invece la semifinale di Champions con il Lione, eliminando la Juventus”.

De Laurentiis su Garcia: “Non aveva visto le partite del Napoli? Non ci credevo”

De Laurentiis ha poi continuato: “Quando il giorno della presentazione disse che non aveva visto le partite del Napoli non gli ho creduto. Però mi sono accorto che non utilizzava i nuovi acquisti e che voleva andare avanti per la sua strada. Gli ho dato delle possibilità, per non mandarlo via subito, visto che sennò sarebbe stato detto che De Laurentiis fa sempre come vuole. Perché l’ho mandato via? L’Ultima partita, contro l’Empoli, gli ho fatto presente che secondo me stava sbagliando e lui mi rispose ‘Mi lasci fare’. Se uno risponde in quel modo o lo mandi a fanculo subito o stai zitto. Durante l’intervallo gli dissi ‘Ma che cazzo stai combinando? Vuoi veramente farti mandare via?’ E alla fine è andata così“.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana