Fiorentina in confusione dopo il mercato: Nzola esterno e nuovo ko per Italiano

Riccardo Siciliano
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

La Fiorentina sta vivendo il suo peggior momento dall’inizio della stagione. Contando anche la semifinale di Supercoppa con l’Inter, sono quattro le sconfitte nelle prime cinque partita del 2024, con un solo punto guadagnato in campionato, 2-2 al Franchi con l’Udinese impegnato nella lotta salvezza. L’ultimo insuccesso è arrivato ieri tra le mura amiche contro il Lecce per 2-3, quando fino all’89’ i viola conducevano il risultato per 2-1.

Non ha sicuramente pagato la scelta di Italiano di utilizzare Nzola come esterno destro dal 1′, con la Fiorentina che si ritrova sotto al termine dei primi 45′ di gioco. Nel secondo tempo arriva la scossa con l’inserimento di Belotti e le tre punte in campo contemporaneamente. I viola passano in vantaggio con Mandragora e Beltran, ma sul finale di gara inizia a sentirsi la stanchezza e la mancanza di forze fresche sulle corsie laterali offensive. La conseguenza è stata la contro rimonta del Lecce, bravo a sfruttare due disattenzioni difensive e i “quattro minuti di follia” della squadra di Italiano.

Emergenza esterni

Un nuovo esterno offensivo era l’obiettivo della Fiorentina in questo mercato di gennaio, un profilo in grado di garantire gol e assist a profusione. Sul più bello sono sfumate diverse trattative, in particolare quella per Gudmundsson con il Genoa (troppo alte le richieste del Grifone) e i viola adesso si ritrovano addirittura con un elemento in meno dopo la partenza di Brekalo.

La scelta di Nzola come esterno destro, ruolo non nelle sue corde per caratteristiche, è figlia di questa situazione sul mercato, con Italiano che è stato costretto a trovare una soluzione di emergenza, rivelatasi comunque errata. Il solo Belotti potrebbe non bastare per sopperire alla mancata di alternative nel reparto offensivo, considerando soprattutto che i viola sono ancora a corsa su tre fronti: a disposizione del tecnico sulla fasce ci sono i soli Nico Gonzalez, Sottil e Ikoné (spesso inclini a infortuni), con Kouamé ancora impegnato in Coppa d’Africa.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana