Retroscena Gudmundsson-Fiorentina, Blazquez: “Non voleva partire”

Francesca Rofrano
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

La sessione di calciomercato si è conclusa ormai da qualche giorno e tutte le squadre sono tornate a concentrarsi esclusivamente sul campionato. Anche il Genoa è tornata a essere più serena, soprattutto dopo aver opposto resistenza a quella che doveva essere una trattativa importante con la Fiorentina, con oggetto conteso Albert Gudmundsson. La richiesta per il cartellino del giocatore era piuttosto elevata, tanto da far desistere la viola nel proporre un’ulteriore offerta.

A parlare dei retroscena della trattativa è stato lo stesso CEO Andres Blazquez, amministratore delegato del Genoa che ha parlato proprio di Gudmundsson, come riportato da ANSA: “Mi hanno fatto sorridere tutte queste storie montate. Abbiamo avuto un’offerta tre giorni prima della fine del mercato. Mi hanno chiamato dalla Fiorentina, ma io ho risposto che non avremmo venduto e ho detto “ti dico un prezzo così capisci che non vogliamo venderlo: 40 milioni”.

Retroscena Gudmundsson-Fiorentina, Blaquez: “È troppo importante per noi”

L’amministratore delegato del Genoa Andres Blazquez ha poi continuato il suo intervento, raccontando le dinamiche della vicenda: So che la Fiorentina ha insistito molto con Albert, è venuto da me a chiedere cosa ne pensassi, ma gli ho risposto che è troppo importante per noi per venderlo in quel momento e che per noi fa la differenza tra il poter arrivare nelle prime dieci. Non ti posso dare via. Albert ha capito e si è comportato in una maniera impeccabile. Finito il mercato mi ha scritto: “Adesso arriviamo nella top 10”.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana