Roma-Inter, De Rossi in conferenza: “Come sta Smalling e cosa voglio da Lukaku”

Mattia Gruppioni
3 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Tre vittorie consecutive nelle prime tre apparizioni nella nuova avventura da allenatore per Daniele De Rossi, che ha presentato in conferenza stampa il match Roma-Inter, in programma sabato 10 febbraio alle ore 18:00 in quel dello stadio Olimpico. Dopo aver trovato tre punti contro Hellas Verona, Salernitana e Cagliari, la formazione capitolina si appresta a disputare un vero e proprio big match dall’arrivo di DDR in panchina, con il nuovo tecnico che ha affermato a tal proposito: “Non credo che l’andamento negativo nelle gare clou sia dovuto all’approccio ed alla testa. Tra chi ha giocato in Inghilterra, chi in Coppa America, chi ai Mondiali abbiamo una rosa molto competitiva: se i ragazzi non avessero la giusta mentalità non avrebbero ottenuto la loro classifica fin qui“.

Chris Smalling, Roma
Chris Smalling, Roma @Twitter

Deciso ed a difesa della propria formazione il De Rossi apparso in conferenza stampa, dove ha poi chiosato su alcuni singoli della Roma: “Sia Smalling che Renato Sanches sono ragazzi fondamentali per il resto del gruppo. Ancora non li ho visti molto sul campo ma, per quel poco che ho potuto apprezzare, posso dire che saranno determinanti all’interno del nostro cammino: hanno qualità e sta sempre più stringendosi la differenza di tenuta fisica tra loro ed il resto del gruppo a disposizione”. Successivamente, l’allenatore della Roma ha specificato su El Shaarawy: “Forte fin da ragazzo, ma non dirò se sarà titolare o meno. Lui come Zalewski sta lavorando alla grande”.

Roma-Inter, De Rossi: “Lukaku non ha più 20 anni”

Non poteva poi mancare all’interno della conferenza stampa di presentazione di Roma-Inter una chiacchierata in merito lo stato d’animo di Romelu Lukaku alla vigilia del match. Per l’attaccante belga si tratta di una partita sempre particolare contro la Beneamata, con De Rossi che ha specificato: Mi basterebbe che creasse gli stessi presupposti e facesse la stessa gara di lunedì contro il Cagliari, quando mi è piaciuto tantissimo anche senza fare gol o assist. Sfida da ex fischiato? Un po’ di emozi0ne ci può sempre stare, ma ricordiamoci che Lukaku è un professionista e non ha più 20 anni” – ha concluso l’allenatore della formazione capitolina.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana