Torino, Juric alza l’asticella: Cairo lavora sotto traccia

Federica Concas
3 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Non è una novità. Nelle ultime ore a tenere banco è senza ombra di dubbio la questione Juric e le polemiche relative ad una conferenza stampa, giunta nel post Torino-Salernitana, che non è per nulla piaciuta ai tifosi granata. Nonostante il passo indietro dopo qualche ora fatto dal tecnico, quel che emerge è una situazione tutt’altro che semplice.

La volontà espressa da Juric sarebbe quella di restare al Torino. Tuttavia, l’allenatore granata alza l’asticella in virtù di un obiettivo stagionale per il quale il club piemontese non dovrà solo combattere ma portare a sé: un posto in Europa. Una condizione che sarebbe stata accolta da Cairo, intento a lavorare sotto traccia non solo per convincere il timoniere della panchina a continuare a guidare la propria barca, nonostante talvolta giungano momenti di tempesta. Ma anche per iniziare a coprirsi le spalle.

Torino, la strategia di Cairo

Cercheremo di fare il massimo per tenerci Juric“, Le parole di Cairo arrivate dopo l’ultimatum di Juric e volte a rasserenare l’ambiente risuonano come indiscrezioni volte a tracciare un futuro chiaro. Un divenire che racconta della presenza del tecnico sulla panchina granata ancora per diverso tempo.

Tuttavia, la strategia di Cairo potrebbe essere un’altra, in virtù anche della reazione che i tifosi hanno avuto alle parole dello stesso allenatore. Ma soprattutto anche per lavorare ad un ambiente che mai come quest’anno sta registrando malumori e malcontenti specialmente da parte dello stesso Juric. Spesso intento ad alimentare un nervosismo che rischia di compromettere gli obiettivi stagionali.

Urbano Cairo, presidente del Torino @livephotosport
Urbano Cairo, presidente del Torino @livephotosport

Da qui, la sensazione che le parole di Cairo volte a sedare gli animi rappresentino dichiarazioni importanti anche in ottica futuro. La situazione vissuta dal Torino in termini panchina, come ammesso dallo stesso Juric, non registra ancora nessun dato concreto se non la possibilità che il tecnico resti in panchina solo qualora i granata raggiungano un posto in Europa.

Un presupposto che dunque potrebbe dare il via ad una nuova strategia. Circostanza in cui lo stesso Cairo potrebbe iniziare a guardarsi intorno per cercare un nuovo tecnico e coprirsi le spalle qualora Juric decidesse di salutare. Ecco che, potrebbe rifarsi viva l’ombra di Palladino o lo stesso Gattuso. Piste seguite già lo scorso dicembre. Possibilità che seppur non abbiano registrato nuove indiscrezioni negli ultimi tempi potrebbero rappresentare ben presto un ritorno di fiamma inatteso.

In questo articolo si parla di: