Verona, Sogliano su Ngonge: “Impossibile rifiutare l’offerta del Napoli”

Francesca Rofrano
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

La sessione di calciomercato invernale è stata cruciale per l’Hellas Verona che si è ritrovata a vendere numerosi punti fermi della squadra di Baroni anche per far fronte ad una condizione economica non del tutto rosea. Nel corso della conferenza stampa, Sean Sogliano, direttore sportivo degli scaligeri ha fatto il punto della situaazione, soffermandosi su alcuni temi caldi, come la vendita di un attaccante come Cyril Ngonge al Napoli: “Quando un club è solido ha la possibilità di cadere sempre in piedi. La squadra è viva e non ha alzato bandiera bianca e lotteremo fino all’ultima giornata per la grande impresa. Non bisogna tenere giocatori che vogliono andare via soprattutto quando si lotta per la salvezza“.

Il ds Sogliano ha poi continuato soffermandosi sull’affare Ngonge, che ha visto il giocatore trasferirsi a Napoli per la cifra di 20 milioni di euro: “Forse il giocatore che voleva rimanere era Ngonge, voleva finire la stagione al Verona, ma quando si verificano condizioni come quelle che si sono palesate, è impossibile trattenere chi non può restare. Non sono stato contento di vendere Ngonge, ma quando ti arrivano offerte del genere non si possono rifiutare.”.

Verona, Sogliano: “Ho rifiutato proposte importanti”

Il ds Sogliano nel corso della conferenza stampa ha anche commentato la rivoluzione di gennaio dell’Hellas Verona: “Quando una società prende coscienza della situazione economica è doveroso migliorarla. C’era un momento in cui avrei voluto spegnere il telefono per evitare di ricevere altre offerte. Abbiamo rifiutato anche altre due o tre proposte importanti. Il presidente mi ha detto di rientrare nelle spese effettuate in passato dove ci sono state gestioni superiori alle possibilità. Non ci siamo ritrovati di punto in bianco a vendere giocatori per una perdita improvvisa“.

In questo articolo si parla di: