Torino, Milinkovic-Savic è un problema: sfida a Roma e Monza per il sostituto

Redazione
2 lettura minima

Seguici sui nostri canali

I proclami di inizio anno, gli screzi tra allenatore e tifosi, l’all-in di Juric e una discontinuità importante. Tutti temi legati ad un Torino che non ha mai preso il decollo, con la sfida alla Fiorentina di sabato prossimo che sa di ultima spiaggia per l’Europa, visto il distacco di 5 punti proprio dai viola 7°. Un problema reale è quello di Milinkovic-Savic, le cui prestazioni si sono fatte sempre più scadenti partita dopo partita. Sintomo insomma che il fisico statuario non è tutto, con Cairo che si è rassegnato all’idea di puntare un sostituto a giugno.

- Pubblicità -

Il nome c’è già, posto che, come riportato da Tuttosport, il prescelto del Torino è Musso. L’argentino lascerà l’Atalanta in estate dopo aver perso il posto in favore di Carnesecchi, e sotto la Mole potrebbe ritrovare spazio e rendimento. Sfida lanciata a Roma e Monza, che seguono interessate: i giallorossi cercano il post Rui Patricio, anche se un eventuale exploit di Svilar potrebbe cambiare i piani, mentre i brianzoli si tutelano, consapevoli che trattenere Di Gregorio sarà pura utopia. Un’alternativa per i granata c’è.

Asse Torino-Atalanta: anche Gollini interessa

Non dovesse decollare la trattativa per Musso, per concorrenza o problemi economici, l’asse Torino-Atalanta rimane caldo, con un altro nome nella lista di Cairo: interessa anche Gollini, attualmente in prestito al Napoli, dove ha trovato spazio causa infortunio di Meret. I partenopei hanno un diritto di riscatto a 7 milioni, ma al momento non ci sono segnali di esercizio di tale opzione, e dunque il ritorno alla base, e conseguente nuova cessione, è assai probabile. Le idee non mancano, con una (quasi) certezza in testa: il tempo di Milinkovic-Savic volge al termine.

- Pubblicità -