Argentina, esordio a 14 anni: battuto il record di Aguero

Matteo Apolonio Berruezo, terzino sinistro del Deportivo Riestra, è diventato il calciatore più giovane a esordire nel calcio professionistico argentino, battendo il record detenuto da Sergio Aguero

A cura di Riccardo Siciliano News
- Pubblicità -

Nuovo record nel calcio argentino. A soli 14 anni e 29 giorni, Matteo Apolonio Berruezo è diventato il calciatore più giovane a esordire nel calcio professionistico argentino, battendo il primato che durava da ben 21 anni detenuto da Sergio Aguero.

Il terzino sinistro del Deportivo Riestra ha disputato la sfida valida per i sedicesimi di finale di Copa Argentina contro il Newell’s Old Boys, subentrando a cinque minuti dal novantesimo al posto di Gonzalo Bravo, sul risultato di 1-0 in favore degli avversari. Battuto il record di Aguero, stabilito nel 2003 con l’esordio in Primera Division a soli 14 anni e 35 giorni.

Lettura: Argentina, esordio a 14 anni: battuto il record di Aguero
P