Bologna, Lucumì esalta Thiago Motta: “Si spinge sempre al limite”

Jhon Lucumì ha ripercorso la sua avventura al Bologna, protagonista della qualificazione in Champions League sotto la guida di Thiago Motta

A cura di Lorenzo Ferrai News
- Pubblicità -

Manca meno di una settimana alla Copa America, dove la Colombia si candida come outsider. Los Cafeteros potranno contare anche su Jhon Lucumì, reduce dall’esaltante stagione trascorsa al Bologna. Proprio il centrale ha rilasciato un’intervista a Relevo, in cui si ha toccato diversi tempi, a cominciare dal suo approdo in Italia: “Avevo tanto riferimenti che giocavano in Italia. Il Belgio era tranquillo e non mi piace l’idea di partire tanto per partire. Volevo stare in un club ambizioso. L’obiettivo era entrare tra i primi 10 e provare a qualificarsi in Europa“.

La chiave dei rossoblù è stato Thiago Motta, per cui Lucumì ha speso parole di apprezzamento: “Ha preparato il legame lo scorso anno e l’ha completato quest’anno. La squadra era competitiva, a volte gli allenamenti erano più duri delle partite. È una persona esigente e laboriosa, Non si accontenta di poco, pensa subito alla partita successiva. Cerca di spingersi sempre al limite, in ogni allenamento. Una volta, quando pensavo di aver giocato bene, mi chiamò e mi disse il contrario“.

Lettura: Bologna, Lucumì esalta Thiago Motta: “Si spinge sempre al limite”
P