Cagliari-Lecce, Gotti: “Non siamo ancora salvi, Ramadani può giocare”

Alla vigilia di Cagliari-Lecce, big match salvezza, Luca Gotti ha presentato la gara nella consueta conferenza stampa della vigilia

Lorenzo Ferrai
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Il 35° turno di Serie A si preannuncia alquanto piccante, dati i diversi scontri, tanto davanti quanto in coda. Riflettori puntati sull’Unipol Domus, dove Cagliari e Lecce si daranno battaglia domenica 5 maggio per un incontro con la salvezza in palio. Luca Gotti ha presentato il match nella consueta conferenza stampa della vigilia: “Scontro diretto, con un contesto ambientale vicino alla squadra, esattamente come noi. Entrambe andremo a caccia di punti decisivi“.

Gotti si è soffermato sulle parole di Ranieri e sulla situazione del Lecce: “Forse questa squadra gli piace davvero, conoscendolo. Penso che siamo già salvi, ma la matematica dice di no, ed è l’unico modo per vedere le cose in modo giusto. È andato tutto per il verso giusto, anche se bisogna sapersi attrezzare per la pioggia e per la tempesta. Ramadani ha chance di partire dall’inizio, Oudin è stato aiutato molto dai compagni“.

Infine Gotti ha rilasciato una battuta sulla sua avventura in Salento: “Il settore ospite sarà sold-out: 415 biglietti in 7 minuti mi mettono i brividi. Non ho tempo per godere della bellezza di questa terra. Solo quando la nave sarà ormeggiata farò questi discorsi. La gente mi manifesta ovunque passione e affetto. Cerco stabilità emotiva“.

Lettura: Cagliari-Lecce, Gotti: “Non siamo ancora salvi, Ramadani può giocare”
P