Barcellona, nuovi guai in vista: multa da 23 milioni

Riccardo Siciliano
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Il Barcellona sta attraversando uno dei periodi più complicati della sua lunga storia. Il club blaugrana naviga in cattive acque sul lato finanziario e i risultati in campo non sono quelli sperati. Xavi ha annunciato che a fine stagione lascerà l’incarico da allenatore, nonostante il campionato vinto la scorso annp, e adesso la società è finita nei guai con il fisco spagnolo.

Secondo quanto riportato dal quotidiano As, è arrivata una sentenza che impone al Barcellona il pagamento di 23 milioni di euro relativi alle imposte sui compensi riconosciuti agli agenti dei calciatori dal 2012 al 2015. La sentenza è passibile di ricorso e il club si è già attivato per farlo.

La nota del Tribunale Nazionale

Nella giornata odierna la Camera amministraiva del Tribunale Nazionale ha ratificato la risoluzione del Tribunale amministrativo economico centrale (TEAC) per quanto ruguarda il compenso che il Barcellona deve versare nelle casse statali per il pagamento dell’IRPEF. La società blaugrana, secondo i rilievi fatti dagli investigatori, aumentava i compensi agli agenti per riconoscere una parte deo bonus ai calciatori da essi rappresentati, così da non violare il regolamento del Fair Play Finanziario della Liga e alterando i compensi imponibili su cui si pagano le tasse.

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana