Milan, dal Tottenham al Chelsea: tutti i precedenti a Londra dei rossoneri

Nicola Liberti
10 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Una sfida molto delicata e che odora di passato quella relativa al ritorno degli ottavi di finale di Champions League che vedrà il Milan affrontare il Tottenham. Una gara che Pioli dovrà preparare bene soprattutto per quanto riguarda l’aspetto mentale vista l’ultima gara dalla quale i rossoneri sono usciti i sconfitti contro la Fiorentina per 2-1. Un risultato che pesa molto sul morale perché vede il Diavolo ricadere in quei timori e in quelle paure nei quali si è ritrovato per più di un mese perdendo ogni match.

Una situazione non semplice per Pioli che dovrà essere bravo nel gestire, oltre agli aspetti relativi alla tattica, anche quelli riguardanti il fattore mentale. Il Milan riparte dall’1-0 dell’andata, ma non può di certo dormire sonni tranquilli con il Tottenham che è pronto a tentare di ribaltare il risultato. Come una sorta di déjà vu che si ripete per i rossoneri che, nell’arco della loro storia, si sono sfidati più volte con le squadre di Londra non riuscendo quasi mai ad uscirne a testa alta.

Sandro Tonali e Theo Hernandez contro Emerson Royal in Milan-Tottenham @livephotosport
Sandro Tonali e Theo Hernandez contro Emerson Royal in Milan-Tottenham @livephotosport

Tottenham-Milan 2-1, lo show di Perryman

Per tornare a questa partita bisogna andare molto indietro nel tempo, esattamente alla stagione 1971-1972 quando il Milan era guidato da Rivera. Una gara importante per il cammino in Coppa Uefa dei rossoneri che si ritrovano di fronte un grande Tottenham nella semifinale d’andata con il quale perde per 2-1. A poco serve il pareggio del ritorno che sancisce l’eliminazione del Diavolo dalla competizione europea ad un passo dalla finale.

Il match d’andata inizia al meglio per il Milan che trova il vantaggio grazie ad un super gol di Benetti al 25′. Non passa però molto tempo dal vantaggio rossonero che il Tottenham trova il pareggio grazie alla grande rete da fuori area di Perryman che porta i risultato sull’1-1. Con i tifosi degli Spurs che cantano ed incitano i loro calciatori, è ancora una volta il giocatore inglese a trovare la via de gol grazie ad una conclusione dalla distanza che non lascia scampo all’estremo difensore del Diavolo.

Si chiude così sul risultato di 2-1 un match dalle grandi emozioni e soprattutto dai grandi gol che vede il Milan capitanato da Rivera rimandare tutto alla gara di ritorno. A poco servirà la partita giocata in casa dei rossoneri che vede solamente un 1-1 che sancisce l’eliminazione dalla Champions League del Diavolo e il proseguimento del cammino europeo per il Tottenham.

Arsenal-Milan 3-0, il brivido rossonero

Per parlare di questo match bisogna tornare indietro nel tempo, esattamente al 2012 in una sfida che vede l’Arsenal rifilare ben 3 reti al Milan, club dalla grande storia. Nonostante il brutto colpo dal punto di vista del risultato questo non bastò ai Gunners per ribaltare il 4-0 dell’andata dei rossoneri che riuscirono così a passare il turno qualificandosi ai quarti di finale di Champions League, nonostante la brutta batosta.

Van Persie, Arsenal-Milan 3-0 *
Van Persie, Arsenal-Milan 3-0 *

Non una gara semplice che ha visto la compagine di Allegri subito sotto nel punteggio. Infatti dopo 6 minuti di gioco a sbloccare la gara è Koscielny che stacca di testa indisturbato e porta in vantaggio i suoi. Non passa molto tempo che l’Arsenal raddoppia grazie alla rete di Rosicky, seguita dal gol di van Persie su calcio di rigore. Una prima parte di gara disastrosa che vede il Milan in netta difficoltà e soprattutto già sotto di 3 reti.

Nella ripresa però qualcosa cambia con l’Arsenal che fa fatica a giocare il pallone e con il Milan che è sempre pronto a pressare e a dar fastidio alla manovra avversaria. La voglia di trovare la qualificazione ai quarti di finale di Champions League è troppa e quindi i rossoneri continuano a resistere sul 3-0 fino alla fine della partita, riuscendo così a portare a casa un passaggio del turno che sembrava esser diventato impossibile.

Arsenal-Milan 3-1, la fine del sogno Europa League

Per parlare di questo match si deve tornare indietro alla stagione 2017-2018 quando è l’Arsenal a sfidare il Milan, club storico per i suoi calciatori. La gara in questione è quella valevole per il ritorno degli ottavi di finale d’Europa League che vede sulla panchina dei rossoneri Gennaro Gattuso. Una sfida importante per il cammino europeo del Diavolo che per passare il turno deve compiere una vera e propria impresa, ovvero rimontare il 2-0 della gara d’andata.

Esultanza Arsenal *
Esultanza Arsenal *

Un qualcosa di molto difficile, ma non impossibile per la squadra allenata da Gattuso che riesce subito a mettere pepe su una serata che si prospetta infuocata grazie alla rete di Calhanoglu che sigla l’1-0 del Milan. Il vantaggio dei rossoneri però, dura poco con l’Arsenal che riesce a guadagnarsi un rigore molto dubbio e generoso realizzato da Welbeck.

Una rete pesante che manda in crisi i sogni di una possibile rimonta degli uomini di Gattuso che rientrano in campo con la testa da un’altra parte e i risultati si vedono. Infatti, l’Arsenal ancora una volta riesce a bucare la difesa del Milan grazie alla rete di Xhaka seguita poi, a 4 minuti dalla fine, dal gol di Welbeck che sancisce così la fine del sogno Europa League per i rossoneri.

Chelsea-Milan 3-0, una sconfitta su tutti i fronti

In questo caso non bisogna andare troppo indietro con le date basta tornare al 5 ottobre 2022 quando il Chelsea e il Milan, in pensiero per Giroud, si sono affrontate nella 3ª giornata di Champions League. La sfida si è conclusa con un secco 3-0 per la compagine inglese che, seppur potesse essere la favorita, nessuno si sarebbe mai aspettato un vittoria così netta. Una gara quella dei rossoneri deludente sotto tutti i punti di vista a partire da quello fisico fino ad arrivare a quello tecnico e tattico.

Milan @livephotosport
Milan @livephotosport

Una gara iniziata in totale equilibrio, ma che dopo la rete di Fofana ha completamente cambiato volto facendo vedere i punti deboli del Milan che non è più riuscito ad avanzare. Il continuo pressare del Chelsea, unito al tirarsi indietro dei rossoneri ha portato inevitabilmente, nella ripresa, anche alle reti di Aubameyang e di James che hanno definitivamente chiuso il match.

Un duro colpo nel risultato, ma che alla fine nulla ha tolto agli uomini di Pioli per quanto riguarda il loro percorso in Champions League in questa stagione. Infatti il Milan è riuscito comunque ad arrivare al 2° posto in classifica nei gironi solamente dietro ai Blues e lasciando dietro di sé Salisburgo e Dinamo Zagabria, ma soprattutto qualificandosi così agli ottavi di finale.

Milan, Stefano Pioli @livephotosport
Milan, Stefano Pioli @livephotosport

Tottenham-Milan, Pioli pronto sfatare il tabù di Londra

Non una semplice partita, ma una vera e propria sfida all’ultimo sangue quella che vedrà affrontarsi il Milan contro il Tottenham. Una gara dalla grande importanza soprattutto per i rossoneri che vedono in questo match la grande occasione per dare una svolta ad una stagione che si sta rivelando essere piena di alti e bassi. La dura sconfitta contro la Fiorentina nell’ultima giornata di campionato ne è l’ennesima prova e per questo motivo Pioli dovrà essere bravo a preparare i suoi uomini ad una vera e propria battaglia.

Esultanza Milan @livephotosport
Esultanza Milan @livephotosport

Nonostante Londra come dimostrato dai precedenti non sia favorevole al Milan, la squadra di Pioli ce la dovrà mettere tutta per portare a casa un match che significherebbe la qualificazione ai quarti di finale di Champions League. Non un grande traguardo solo per i rossoneri, ma per tutto il movimento del calcio italiano che vedrebbe così un suo rappresentante tra le migliori 8 squadre d’Europa.

Proprio per questo motivo gli uomini di Pioli dovranno mettercela tutta per portare a casa il risultato, partendo dal presupposto che il Milan può contare sull’1-0 della gara d’andata. Nonostante ciò i rossoneri dovranno essere bravi a non farsi schiacciare, provando ad imporre il loro gioco e cercando di sfatare finalmente quella che è ormai diventato il tabù di Londra.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana