Fiorentina, Bonaventura stringe i denti: giusta strada per il rinnovo?

La Fiorentina sta cercando di recuperare Bonaventura per la semifinale di Conference con il Brugge, dopo lo stop col Verona. Sfida che potrebbe far scattare il rinnovo automatico del contratto dell'ex Milan

Neri Benvenuti
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Giacomo Bonaventura dovrebbe essere recuperato per la sfida di Conference League di mercoledì tra Fiorentina e Brugge; la sfida non sarà giocata di giovedì come al solito per le sfide di Conference League, a causa della festa nazionale belga in programma proprio il 9 maggio.

Il centrocampista viola è stato costretto ai box dopo un colpo subito nella sfida contro il Verona, ma l’obiettivo di rientrare in campo per la semifinale contro i belgi è concreto. La squadra di Italiano dovrà lottare per mantenere il 3-2 maturato nella sfida di andata al Franchi grazie al gol realizzato al 91° da Nzola se vorranno strappare il pass per la seconda finale di Conference League consecutiva. Il tecnico viola non ha ancora preso la sua decisione, ma la speranza è che Bonaventura possa essere in campo per aiutare la squadra, visto che serviranno i migliori per blindare la finale e l’ex Milan ha dimostrato, negli anni a Firenze, di essere un elemento fondamentale della formazione toscana.

La presenza in campo a Brugge potrebbe valere per lui il rinnovo di contratto. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il calciatore avrebbe un’opzione per prolungare di un altro anno la sua avventura a Firenze, qualora giocasse il 70% delle partite. Nel caso in cui venisse schierato in campo per tutte le restanti partite, giocando almeno 45 minuti scatterebbe il rinnovo automatico. Qualora non fossero raggiunte, invece, le presenze necessarie non sarebbe comunque escluso che le due parti possano trovare un accordo per prolungare il legame tra l’ex Milan e la Fiorentina anche per le stagioni a venire.

Lettura: Fiorentina, Bonaventura stringe i denti: giusta strada per il rinnovo?
P