Il Bologna preme per incontrare Motta. Il poco feeling con l’area tecnica potrebbe pesare

Lo snodo fondamentale della prossima stagione del Bologna sarà Thiago Motta. Tenerlo manderebbe un forte segnale, ma le divergenze con l'area tecnica potrebbero pesare sulla decisione del tecnico ex Spezia

Neri Benvenuti
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

L’incontro fra Thiago Motta, la proprietà e la dirigenza del Bologna è sempre più vicino, ma non è ancora stato programmato; verosimilmente si terrà solo dopo la partita contro la Juventus. La società tuttavia, preme per anticipare tale incontro.

Le divergenze di visione tra Thiago Motta e l’area tecnica del Bologna non sono segrete, però, se i rossoblù hanno intenzione di tenere il tecnico ex Spezia, e se lui non ha ancora scelto la Juventus, la società farà di tutto per provare convincerlo a rimanere.

Per quanto riguarda la squadra, invece, l’idea sarebbe quella di provare a trattenere i migliori, visti gli aumenti considerevoli dei ricavi progettati per la prossima stagione, grazie all’aumento dei premi dati dal nuovo format della Champions League: la UEFA ha stanziato 470 milioni in più rispetto allo scorso anno, per un totale di 2,47 miliardi di euro.

Il primo snodo della stagione dei felsinei è sicuramente Thiago Motta; tenerlo manderebbe un grande segnale. Naturalmente dipenderà dai desideri del tecnico e dalla capacità della dirigenza di venirgli incontro per accontentarlo. A meno che non ci siano intenzioni diverse già stabilite da entrambe le parti ed il divorzio sia solo da rendere pubblico, ma ad ora i rispettivi fronti dichiarano che il futuro non sia ancora stato deciso.

Lettura: Il Bologna preme per incontrare Motta. Il poco feeling con l’area tecnica potrebbe pesare
P