Inter-Atalanta, da Lautaro a De Ketelaere: Marelli irrompe sugli episodi

Lorenzo Gulino
2 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Vince e convince un’Inter stratosferica. I nerazzurri, infatti, contro l’Atalanta hanno portato a casa i tre punti con il risultato secco di 4-0. Un trionfo importante per gli uomini di Simone Inzaghi che lasciano la Juventus a guardare dalle retrovie i 12 punti di vantaggio acquisiti. Durante il match, però, gli episodia contestati come sempre sono stati tanti.

- Pubblicità -

A mettere chiarezza ci ha pensato Luca Marelli a DAZN: “Partiamo dalla rete annullata di De Ketelaere, a cui arriva la palla dopo un contrasto tra Bastoni e Miranchuk. C’è il tocco di braccio dell’atalantino, viene annullata la rete correttamente. Non c’è gioco pericoloso di Bastoni perché non mette in pericolo l’avversario: la gamba è orientata verso il corpo di Miranchuk, che non dovrebbe essere in quella posizione, e non verso il corpo”.

Marelli: “Il gol e il rigore di Lautaro…”

Marelli si è poi espresso sulla rete di Lautaro e sul rigore concesso all’Inter. Questo il suo pensiero: Sul gol di Lautaro, Carnesecchi protesta per un tocco di braccio, ma è di Kolasinac e non di Dimarco, nessuna irregolarità nemmeno qui”.

Ha poi continuato: “Sull’azione del rigore del 3-0 l’assistente solleva la bandierina, il gioco si interrompe quando l’arbitro fischia, ma i giocatori si possono deconcentrare. Il pallone non è uscito, c’è il cross di Dumfries e il braccio di Hateboer è largo. Sul rigore di Lautaro, il piede destro di Dimarco non è appoggiato a terra e la rete è quindi regolare”.

- Pubblicità -