😡 Caos Acerbi-Juan Jesus senza fine: Napoli senza ‘Keep racism out’ sulle maglie

Dopo la mancata punizione nei confronti di Acerbi, Tommaso Bianchini, International Development Officier del Napoli ha annunciato che non indosseranno la patch 'Keep racism out' sulle maglie

Francesco Mazza
2 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Ad un giorno dalla sentenza del Giudice Sportivo riguardo il caso Acerbi-Juan Jesus, non si placano le polemiche. La mancata squalifica del difensore dell’Inter, reo secondo il brasiliano di avergli rivolto insulti razzisti, ha mandato su tutte le furie il Napoli.

- Pubblicità -

Il club partenopeo ha già chiaramente espresso il proprio punto di vista attraverso un comunicato, ma non ha intenzione di fermarsi qui. Il Napoli ha infatti annunciato, nel giorno della presentazione della nuova maglia, la quinta ed ultima per questa stagione, che non indosserà la patch ‘Keep racism out’ sulle proprie maglie.

Le parole di Tommaso Bianchini

A fare seguito al pesante comunicato del Napoli nella giornata di ieri, ci ha pensato Tommaso Bianchini, International Development Officier del club partenopeo. Il responsabile dell’area marketing ha infatti lanciato un nuovo forte segnale a tutta la Serie A, che nella prossima giornata di campionato continuerà la sua campagna contro il razzismo.

Queste le parole di Bianchini: Se metteremo la patch ‘Keep racism out’ sulle maglie? Il Napoli ha già comunicato che qualsiasi iniziativa contro il razzismo sarà fatta direttamente dal Napoli, e non più per interposti enti, società o organizzazioni. Quindi la risposta è no, andremo avanti da soli.

E ancora: “Lo sport ha il dovere di educare i giovani e non solo. È nostro compito quello di fare attività per evitare che ci siano episodi spiacevoli. Juan Jesus che racconta il razzismo ad un altro giovane calciatore è una delle tante iniziative. Ora andremo avanti a combattere il razzismo con i nostri mezzi e attraverso messaggio per i giovani”.

- Pubblicità -