Lazio, Sarri dice addio: il figlio indica la prossima tappa

Lorenzo Gulino
2 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Continua la stagione a due facce della Lazio che non riesce a trovare la propria dimensione. Se da una parte c’è il volto di una squadra in grado di far inginocchiare il Bayern Monaco al proprio cospetto, dall’altra c’è un 8° posto in campionato che pesa come un macigno, soprattutto se paragonato all’annata precedente.

- Pubblicità -

Insomma la Lazio è una vera e propria montagna russa di emozioni, dettate anche dai battibecchi, per così dire nascosti, tra Maurizio Sarri e Claudio Lotito. Se da un lato, infatti, c’è l’insoddisfazione per un mercato a ribasso, lamentata a più riprese nel corso dell’anno, dall’altro c’è la spiccata personalità di un Presidente che non guarda in faccia a nessuno.

Quale futuro per Sarri?

La situazione in casa Lazio, dunque, non è delle migliori. A profilarsi, non prima della fine della stagione, potrebbe essere anche un addio di Maurizio Sarri. La spaccatura con il passare del tempo rischia di farsi sempre più grande e di andare a toccare tutto l’ambiente, creando così un vero e proprio disastro.

Maurizio Sarri, Lazio
Maurizio Sarri, Lazio @livephotosport

Proprio a tal proposito chissà se il futuro di Maurizio Sarri sarà altrove. A parlarne ai microfoni di FirenzeViola.it è stato Nicolé, figlio del tecnico biancoceleste. Queste le sue parole: “Maurizio Sarri sulla panchina della Viola? Questo dovremmo chiederlo a lui. Secondo me a fine carriera potrebbe essere una possibilità, anche se devo dire che fare il profeta in patria è sempre problematico”.

- Pubblicità -