Le parole di Thiaw: “Sto lavorando per diventare un leader del Milan”

Il difensore del Milan, Malick Thiaw, in un'intervista rilasciata al Corriere dello Sport, ha parlato della stagione trascorsa e del suo ruolo nello spogliatoio rossonero

Neri Benvenuti
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Nel corso dell’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, Malick Thiaw ha parlato del suo ruolo nello spogliatoio del Milan. Queste le sue parole: “Non penso di essere uno dei leader, perché è una cosa che non arriva velocemente, me la devo guadagnare sul campo. Posso provare a diventarlo ma serve tempo. Per me passare dalla Bundesliga alla serie A in 2 anni è stata una bella sfida, questo è un contesto difficile e molto tattico, dove gli attaccanti sono forti fisicamente e serve grande attenzione. Ho imparato molto dal mio periodo al Milan”.

Sull’adattamento alla serie A, Thiaw: “Non penso che serva uno schieramento specifico per difendere bene, lavoriamo tutti di reparto e di squadra, il modulo non conta. Io riesco a sentirmi a mio agio con entrambi i sistemi. Con il Milan abbiamo usato sia la difesa a 4 che quella a 3, già usata allo Schalke”.

Sulla stagione deludente ormai arrivata alla fine: “E’ stato un continuo insegnamento, quando le cose non vanno bene bisogna imparare. A livello personale ho avuto degli infortuni, ma l’importante è non abbattersi, cercando di fare meglio. La cosa più importante è mettersi sempre a disposizione. Io posso fare meglio, ripeto, crescendo sia a livello fisico che mentale. Se non possiedi queste componenti, diventa impossibile fare dei passi in avanti”.

Lettura: Le parole di Thiaw: “Sto lavorando per diventare un leader del Milan”

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P