Mondiali femminili, Spagna-Inghilterra: una finale storica

I Mondiali femminili sono giunti all'ultimo atto con la storica finale che andrà in scena domenica 20 agosto, alle 12:00 ore italiane: per la prima volta nella storia della competizione Spagna-Inghilterra si affrontano in una sfida tutta europea

Nicola Liberti
3 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Nella giornata di domenica 20 agosto, i Mondiali femminili si apprestano a raggiungere l’atto finale. La conclusione di un percorso che vedrà contrapposte le nazionali Spagna-Inghilterra, una finale storica. Un incontro made in Europa che per la prima volta punterà i riflettori su un continente che da tanto tempo è il vertice del mondo del pallone internazionale.

In Europa tira aria di calcio femminile con una storica finale mondiale pronta a regalare prestigio e maggiore pubblicità al mondo del pallone rosa. Spagna-Inghilterra si preannuncia uno dei match femminili più seguiti in assoluto, ma soprattutto una partita pronta a regalare spettacolo e grandi emozioni. Un appuntamento imperdibile, al quale gli amanti del calcio non riusciranno a rinunciare.

Mondiali femminili, una sfida tutta europea

Per la prima volta durante la finale dei Mondiali femminili andrà in scena una sfida made in Europa, un incontro mai avvenuto dall’inizio del torneo e che potrebbe in futuro rientrare negli annali più interessanti della competizione. Considerazioni a parte, tra Spagna-Inghilterra quale sarà la nazionale a portare a casa il tanto ambito trofeo? La risposta a questi quesiti non è di facile interpretazione.

Semifinale Mondiali femminili Spagna-Svezia 2-1

Dopo la vittoria della Spagna contro la Svezia, nell’ultima semifinale l’Inghilterra si è candidata come la seconda finalista. Sia per le inglesi, campionesse d’Europa in carica, che per le spagnole si preannuncia una sfida tutta europea piuttosto combattuta. Le Leonesse guidate dalla ct Wiegman hanno inflitto una dura sconfitta alle Matidals, provocando una fortissima delusione ai 75 mila tifosi accorsi allo stadio.

Soffermarsi sul numero di spettatori è fondamentale per capire quanto i Mondiali femminili, dal lontano 1991, siano cresciuti in appassionati e qualità. Una caratteristica per nulla scontata e figlia della volontà di dare risalto ad un torneo oramai in qualità alla stregua di quello maschile. E la sfida tutta europea tra Spagna-Inghilterra avrà appunto questo compito: regalare un calcio ricco di emozioni.

Analizzando, come anticipato, prettamente la forma fisica di Spagna e Inghilterra potrebbe apparire scontata la vittoria di quest’ultime, grandi protagoniste nel campionato europeo e durante l’intero percorso dei Mondiali femminili. Tuttavia, la finale europea potrebbe comunque registrare importanti novità. Le spagnole sono un’avversario tutt’altro che semplice, sicuramente da non sottovalutare.

- Pubblicità -
Mirella Bartolini, ct Italia femminile
Mirella Bartolini, ct Italia femminile @livephotosport

La finale del Mondiali femminili, in programma a Sydney, inizierà alle 12:00 ore italiane, pronta a regalare emozioni tutte europee. Al mattino, sempre del 20 agosto, invece andrà in scena la partita valevole per il terzo posto tra Svezia-Australia. E l’Italia? Dopo la cocente uscita di scena e l’addio di Milena Bartolini, in casa azzurre si prova a ricostruire uno spogliatoio fortemente diviso dalle diverse vicissitudini sorte.

Lettura: Mondiali femminili, Spagna-Inghilterra: una finale storica

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P