Mourinho torna sul passato: “Un errore rifiutare il Portogallo e restare alla Roma”

José Mourinho fa mea culpa e torna sulla scelta di non accettare l'incarico come CT del Portogallo per rimanere alla guida della Roma, definendola un errore

Francesco Mazza
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

L’ex allenatore della Roma, José Mourinho, in un’intervista al canale coreano YouTube di EA Sports ha parlato del suo passato e del non aver accettato il Portogallo: “Ho avuto due volte la possibilità di andarci, ma non sono arrivate al momento giusto per me. Mi sono fatto prendere dalle emozioni quando non ho accettato l’ultima offerta, perché ho deciso di restare alla Roma e penso di avere fatto un errore“.

Mourinho ha continuato: “Ora il Portogallo ha una squadra fantastica, una delle migliori, tra le prima cinque. Lo sapevo, ma mi sentivo in grande connessione con la Roma, con i tifosi, quindi non ho voluto prendere quella decisione. L’occasione Portogallo è arrivata due volte, credo però che arriverà anche una terza e la prenderò. Sperando che la generazione che avrò sarà forte come questa”.

Lo Special One ha poi parlato delle sue esperienze passate in cui ha raggiunto traguardi importanti: “Le due finale con la Roma sono state quelle più difficili da raggiungere, forse anche l’Europa League con il Manchester United è stata molto difficile perché erano due squadre che quando sono arrivato erano in una situazione complicata. Io ho bisogno di lavorare sempre, sentire che sto facendo qualcosa e sto aiutando. Mi piacciono le sfide, anche se a volte sono ingiuste perché non ci si può sempre aspettare che vinca trofei quando la mia squadra non è la più forte”.

Lettura: Mourinho torna sul passato: “Un errore rifiutare il Portogallo e restare alla Roma”
P