Napoli come l’Inter? Italia e Spagna, capitolo 2

Luca Vano
4 Min Read

Seguici sui nostri canali

In attesa di rincontrarsi ancora nel prossimo Europeo in Germania, Italia e Spagna iniziano a punzecchiarsi nelle notti di Champions League. Il primo colpo ben assestato, e anche carico di rimpianto per un punteggio che avrebbe potuto arrotondarsi, è stato dato dall’Inter contro l’Atletico Madrid. Ormai la formazione di Simone Inzaghi è una certezza e certi palcoscenici sono diventati come l’Ariston per Amadeus: un giardino di casa, in cui muoversi liberamente senza ansie e condizionamenti tanto da non concedere neanche un tiro nello specchio agli avversari.

- Pubblicità -

Tuttavia, chiudere un ottavo di finale d’andata tra le mura amiche per 1-0 contro El Cholo Simeone rimane di per sé un rischio. Il catino bollente del Wanda Metropolitano non fa prigionieri e oltre a piedi buoni e conoscenza del gioco, a Madrid serviranno anche nervi ben saldi per uscire indenni dalla corrida. Si spera, con un Thuram ritrovato: il suo infortunio è l’unico tasto davvero dolente di una serata d’oro per l’Inter, che si augura di averlo al top il prossimo 13 marzo per l’ennesima prova di maturità europea.

Al posto del francese, altrimenti, ci sarà Arnautovic. Il suo andamento all’interno della partita contro l’Atletico è quello dello studente che si impegna, studia, si presenta all’esame ma viene puntualmente bocciato per colpa di una domanda ambigua che aveva archiviato come “figurati se va a chiederla proprio a me”. Ebbene, al terzo tentativo, Marko l’aveva preparata e con un po’ di fortuna è arrivato il 18/30. Che per ora può bastare, seppur consapevole che non vi saranno tante altre occasioni per alzare il voto.

Marko Arnautovic, Inter
Marko Arnautovic, Inter @Twitter

Napoli, il Maradona sfida il Barcellona

Il capitolo 2 del duello tra Italia e Spagna in Champions, al contrario di quello disputato ieri, sembra scritto da uno sceneggiatore di Hollywood. Due città cariche di passione, che hanno votato il proprio sentimento al mare, al calcio, ai numeri 10 argentini e alla forte identità, legame indissolubile con il territorio. Nei punti in comune, Napoli-Barcellona si condisce anche della crisi sulle rispettive panchine: da un lato l’esonero di Mazzarri con esordio di fuoco per Calzona, dall’altro un mai sereno Xavi che demonizza le sconfitte tanto da non riuscire più a godersi le vittorie.

Una partita nel segno di Diego Armando Maradona, che ha vestito entrambe le maglie pur stabilendo di diventare leggenda a Napoli, la quale restituisce al mondo uno stadio con il suo nome ad ospitare la partita più importante dell’anno – finora. Ma soprattutto una serata per lenire il dolore di una stagione storta, di cui De Laurentiis si è già confessato principale artefice e pertanto desideroso di una svolta. Un nuovo allenatore può poco in meno di 48 ore: ma la carica di circa 60mila anime, in una notte di calcio europeo, può far tutta la differenza del mondo.

Si Parla di:
Share This Article
- Pubblicità -

Ultime Notizie

Ultima Ora

☹️ Inter-Cagliari 2-2, Ranieri su Jankto: “Mi dispiace per il ragazzo”

Una vera e propria impresa quella compiuta nel turno serale di Serie A. Infatti il Cagliari è riuscito a fermare la temibile Inter di Simone Inzaghi, che ha parlato dell'irregolarità…

📜 Fiorentina-Genoa, i convocati di Gilardino: Retegui torna, Malinovskyi out

La Serie A continua con le partite di lunedì 15 aprile e valide per la 32ª giornata del massimo campionato italiano. Ad aprire le danze del posticipo ci penseranno Fiorentina…

- Pubblicità -

⚽ Stories

Approfondimenti e Indagini

🎩 L’ultima magia di Luis Alberto

"Casomai non dovessimo rivederci buon pomeriggio, buonasera e buonanotte". Non sono queste le esatte parole che Luis Alberto ha pronunciato al termine di Lazio-Salernitana, ma il Mago biancoceleste ha deciso…

- Pubblicità -

Altre Notizie

Tutte le altre News recenti

☀️ Pagelle Inter-Cagliari 2-2, Calhanoglu illude: Viola illumina

Ancora una volta l'Inter barcolla, ma non cade. In una serata complessa vista la posta in palio per il Cagliari, alle prese con la sostituzione di Jankto, i nerazzurri hanno…

❤️‍🩹 Roma, De Rossi esce dall’ospedale: le condizioni di Ndicka FOTO

I momenti di paura man mano si allontanano da Udine e da Roma. Le condizioni di Evan Ndicka, che si è accasciato a terra nel corso della partita tra l'Udinese…