Napoli, rimandato l’esame Barcellona: Capello bacchetta Lobotka e Kvaratskhelia

Lorenzo Gulino
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Ad andare in scena questa sera è stata la gara, valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League, tra Napoli e Barcellona. Il match si è chiuso sul risultato di 1-1, con Lewandowski e Osimhen che si sono rivelati i protagonisti assoluti della via del gol.

A parlarne è stato Fabio Capello. Queste le sue parole ai microfoni di Sky Sport: “Ho visto i giocatori insicuri, hanno giocato con paura come se il Maradona non fosse il loro stadio. Passaggi deboli e sempre orizzontali, il pressing del Barcellona ha messo sempre in grande difficoltà il Napoli. Poi 20 minuti finali ed il Napoli è rinato grazie a Lindstrom, Politano e Raspadori, dopo un’ottima prima parte di Meret che ha tenuto a galla la squadra”.

Capello: “Lobotka si nascondeva, Kvara non deve fare quei gesti”

Ha poi continuato Capello: “Negli ultimi 20 minuti il Napoli mi è piaciuto, giocando veloce e compatto ha messo in difficoltà il Barcellona. Il Napoli deve far partire da qui la gara di ritorno, non è solo una questione di testa. Lobotka è stato osannato lo scorso anno, stasera si nascondeva. Questo significa che c’è insicurezza e poi Kvaratskhelia non mi è piaciuto, non devi fare quei gesti, se esci deve abbracciare il compagno, non fare così”.

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P