Pagelle Juventus-Genoa 0-0: Vlahovic in crisi, Badelj è ovunque

Il lunch match Juventus-Genoa termina con uno scialbo 0-0: le pagelle del match dell'Allianz Stadium, dove un nervosissimo Vlahovic viene espulso nel finale

A cura di Lorenzo Ferrai
- Pubblicità -

Juventus che non riesce a superare il muro del Genoa rischia di vedere scappare il Milan al secondo posto. I bianconeri premono soprattutto nella ripresa, ma sciupano diverse occasioni, soprattutto con Vlahovic, espulso nel finale dopo qualche parola di troppo all’indirizzo dell’arbitro Giua. Continua il periodo negativo della Vecchia Signora, che ha totalizzato solamente 7 punti nelle ultime 8 partite.

Pagelle Juventus

  • Szczesny 6,5: Attento in avvio sulla spizzata di Bani.
  • Gatti 6: Va in apprensione sulle accelerazioni di Messias. Per sua fortuna, il brasiliano non è in giornata.
  • Bremer 6,5: Concentrato e sempre presente contro un avversario tosto come Retegui.
  • Danilo 6,5: Fatica a prendere le misure, poi si cala perfettamente nella partita.
  • Cambiaso 5,5: Meno frizzante del solito, cercato anche poco. Attento dietro, quando deve chiudere la diagonale. Cresce nella ripresa, ma manca la precisione. (dall’82’ Kean 6: Si batte come un leone, ma è sfortunato. Il palo è probabilmente lo specchio della stagione)
  • Miretti 5: Tanto prezioso senza palla, quanto dannoso in fase di possesso. Non azzecca una scelta, sciupando tante potenziali ripartenze. (dal 78′ Weah 5,5: Veloce ma non troppo incisivo)
  • Locatelli 6: In ripresa rispetto alle ultime uscite. Tranquillo e calmo nella gestione.
  • McKennie 6: Contro una squadra compatta e accorta, fatica a trovare spazi per i propri inserimenti. Non lesina come sempre corsa e sacrificio. (dal 58′ Rabiot 6: Quanto è mancato ad Allegri. Dà fisicità e sostanza alla mediana, nonostante debba ancora entrare in condizione)
  • Kostic 5,5: Ha sempre il solito problema di essere un giocatore che possiede un’unica soluzione. Spesso inibito da Spence, anzi costretto più volte a lunghe rincorse difensive, ben svolte. (dal 58′ Iling-Junior 6,5: Dà vigore e maggiore velocità alla manovra. Va vicino al gol, ma Martinez si oppone alla grande)
  • Chiesa 5: Va a corrente alternata, le sue accelerazioni possono provocare danni, ma rimangono poche e soprattutto fumose. (dal 58′ Yildiz 5,5: Ha smarrito la verve dei tempi migliori. Va anche detto che entrare sempre dalla panchina non lo agevola)
  • Vlahovic 4: Troppo isolato là davanti e vittima dell’imprecisione collettiva. Ma anche lui ha le sue responsabilità. Sbaglia la rifinitura per Chiesa e fallisce di testa da due passi. Ciliegina finale con il rosso. In crisi dopo la prestazione da alieno contro il Frosinone.

Pagelle Genoa

  • Martinez 7: Una sola parata degna di nota, ma disinnesca alla grande il diagonale di Iling. Padrone dell’area nelle uscite alte.
  • De Winter 6: Chiamato spesso al raddoppio su Iling, Yildiz gli procura qualche fastidio in più.
  • Bani 6,5: Puntuale e perfettamente sul pezzo contro il killer Vlahovic. Si arrende nel finale. (dall’85’ Cittadini SV)
  • Vasquez 7: Si destreggia bene, anche quando deve avanzare. Decisivo su Vlahovic alla fine.
  • Spence 6: Bene su Kostic, fatica maggiormente con l’ingresso di Iling, che lo costringe sulla difensiva.
  • Frendrup 6,5: Gran lavoro in fase di contenimento. Sempre aggressivo ma pulito. (dal 70′ Strootman 6,5: Tanta sostanza. Prezioso nel finale)
  • Badelj 7: Lucido e puntuale. Fra i suoi piedi, il pallone è sempre al sicuro. Sa sempre dove posizionarsi, con tutta l’esperienza del caso. (dall’85’ Bohinen SV)
  • Messias 5: Le belle prestazioni messe in mostra nelle ultime uscite appaiono un lontano ricordo. Impreciso e frenetico.
  • Vitinha 6: Poco incisivo davanti, ma è molto utile quando si tratta di recuperare.
  • Gudmundsson 5,5: Stavolta lascia la bacchetta a casa, anestetizzato dalla retroguardia bianconera. (dal 70′ Malinovskyi 5,5: Non dà la scossa che ci attende. Anzi, con la Juve in forcing va ancora più in difficoltà)
  • Retegui 5: Stolkerato da Bremer, prova ad arretrare per avere palloni giocabili. Non trova mai lo spunto. (dal 79′ Ankeye SV)
Si Parla di:
Lettura: Pagelle Juventus-Genoa 0-0: Vlahovic in crisi, Badelj è ovunque
P