Pagelle Rennes-Milan 3-2: Bourigeaud cecchino, Kjaer ingenuo

Redazione
3 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Dopo il successo per 3-0 a San Siro, il Milan completa l’opera ed ottiene la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League. Per i rossoneri ininfluente la sconfitta per 3-2 sul campo del Rennes, che ha saputo mettere in difficoltà la formazione di Stefano Pioli. A brillare è Bourigeaud, autore di una tripletta, che regala almeno una speranza per tutto il match ai padroni di casa. Per il Diavolo prestazione non eccelsa con qualche sbavatura difensiva di troppo.

- Pubblicità -

Pagelle Rennes

  • Mandanda 6,5
  • Doué G. 5,5 (dal 57′ Seidu 5,5)
  • Omari 5
  • Theate 6
  • Truffert 6
  • Bourigeaud 8:
  • Santamaria 5,5 (dal 57′ Matusiwa 6)
  • Doué D. 5,5 (dal 71′ Blas 6)
  • Gouiri 6
  • Kalimuendo 6
  • Terrier 5,5 (dal 72′ Salah 6)

Pagelle Milan

  • Maignan 6: Non può nulla sulla doppietta di Bourigeaud.
  • Florenzi 6: Si limita a tenere la posizione non spingendo molto in avanti. (dall’84 Terracciano SV)
  • Kjaer 5: Non si destreggia neanche male ma è molto ingenuo regalando il calcio di rigore del 2-1.
  • Gabbia 6: Fatica un po’ soprattutto nel primo tempo ma senza commettere errori vistosi.
  • Theo Hernandez 6,5: Parte male con un errore in uscita ma si fa subito perdonare con l’assist per Jovic. Prestazione solida come al solito.
  • Bennacer 5,5: Da mezzala fatica ad esprimersi con un passo che appare troppo compassato. (dal 61′ Loftus-Cheek 6)
  • Reijnders 6: Messo davanti alla difesa compie una partita tutto sommato ordinata, lavorando anche da schermo davanti alla difesa.
  • Musah 6: A differenza di Bennacer sicuramente la corsa non manca. Sbaglia qualche appoggio tecnico in qualche occasione, ma lotta e recupera diversi palloni. (dall’80 Thiaw SV)
  • Pulisic 5,5: Cicca una buona occasione nel primo tempo, ma nel complesso disputa una partita sufficiente anche senza squilli particolari. (dal 61′ Chukwueze 5,5)
  • Jovic 7: Lavora bene di sponda e si fa trovare pronto a centro area sul cross di Theo Hernandez.
  • Leao 6,5: Accelera bene a campo aperto creandosi almeno un paio di nitide occasioni, ma ancora una volta non è freddo sotto porta, fino a quando un rimpallo lo favorisce e gli concede la rete del 3-1. (dal 61′ Okafor 6)
Si Parla di:
- Pubblicità -