Pagelle Sassuolo-Napoli 1-6, Osimhen e Kvaratskhelia on fire: illusione Racic

Francesca Rofrano
5 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Il Mapei Stadium è stato palcoscenico di una vera e propria tragedia per il Sassuolo, che ha gettato le armi sotto lo strapotere del Napoli. Il match, terminato con il risultato di 1-6, ha dato diverse risposte importanti per la formazione di Calzona che ora può ambire alla salita verso l’Europa. Il gol di Racic ha illuso Bigica, al suo esordio sulla panchina neroverde, ma Rrahmani ha riportato subito tutto in parità. È Victor Osimhen poi a dilagare e con una tripletta si porta a casa pallone e risultato. A chiudere poi i giochi, ci ha pensato Kvaratskhelia con due reti che riportano alla mente i fasti della scorsa stagione del georgiano. Con questi tre punti il Napoli sale a quota 40 punti, a -4 dalla zona Europa, mentre tocca la zona retrocessione il Sassuolo, che si ferma a quota 20 punti.

- Pubblicità -

Pagelle Sassuolo

  • Consigli 5: Una serata nefasta per il portiere italiano, non sempre però colpevole sulle reti del Napoli. La difesa non gli dà una mano facendolo finire tra i peggiori in campo.
  • Pedersen 4.5: Kvaratskhelia lo mette in continua difficoltà e la sua tenuta fisica nulla può sul talento del georgiano. Prestazione difficile da superare, in negativo.
  • Ruan Tressoldi 4: Osimhen è un ospite indesiderato, ma la sua concentrazione è ai minimi storici. Il Sassuolo si sgretola anche per mano sua. (dal 77′ Kumbulla 5)
  • Ferrari 5: Il capitano ci prova, ma non riesce a dare neanche lui troppe sicurezze. L’attacco del Napoli è difficile da contenere e la serata è particolarmente difficile.
  • Doig 5: A lui invece ci pensa Politano, che lo impallina sulle due reti di Osimhen, superandolo con facilità assoluta. Nonostante ciò è forse l’unico in difesa a spingere maggiormente. (dal 57′ Missori 5)
  • Matheus Henrique 5: Una serata da “Chi lo Ha Visto?”. Anguissa lo domina e non gli lascia margine di manovra.
  • Racic 6: Il gol non basta a colorare la sua serata, ma dà comunque l’impressione di essere uno dei pochi a credere nel progetto salvezza. (dal 56′ Volpato 5)
  • Thorstvedt 5.5: Il morale non è alle stelle e la sua prestazione ne è la dimostrazione. Prova ad offrire soluzioni, ma con poca convinzione.
  • Bajrami 5.5: Un’altra prestazione grigia, con pochi punti a suo favore. (dal 77′ Defrel 5)
  • Pinamonti 6: Una sufficienza in pagella non basta a dare comunque un’impronta positiva alla partita. (dal 87′ Kumi SV)
  • Lauriente 6: La sua assenza si è sentita quest’anno, ma ora Lauriente è pronto a tornare e a provare a spingere Bigica verso la salvezza. Tanta sostanza e soprattutto tante idee.

Pagelle Napoli

  • Meret 6: Interpellato soltanto nel primo gol segnato da Racic ed in un altro paio di interventi. Meret si è goduto lo spettacolo offensivo dei suoi compagni dalla sua area di rigore.
  • Di Lorenzo 7: Migliora la sua prestazione, si mette a disposizione dei propri compagni. Spinge e si propone, propiziando anche il gol di Rrahmani.
  • Rrahmani 7 Solido, deciso e propositivo. Sblocca la goleada partenopea con un gol da rapace d’area. (dal 62′ Natan 6)
  • Oestigaard 6.5: Presente e pensante in ogni zona del campo. Non fa soffrire l’assenza di Juan Jesus
  • Mario Rui 6.5: Prestazione nella norma. Bajrami non crea troppi problemi.
  • Anguissa 7.5: La sua condizione è in assoluta crescita ed il fisico è dalla sua parte, soprattutto di fronte ad un centrocampo più leggero come quello del Sassuolo.
  • Lobotka 7.5: Non si vede, ma si sente. Fa viaggiare la palla e fa partire tutte le azioni più pericolose del Napoli. (dal 80′ Dendocker SV)
  • Traorè 6: Prova a spaventare tutti con un tiro da fuori area. Poi si limita al compito assegnatogli da Calzona. (dal 76′ Zielinski 6)
  • Politano 7.5: Ritorna il Politano dello scorso anno. Ben due assist per il suo compagno di reparto e la consapevolezza di avere tanta fiducia dalla sua parte. (dal 62′ Raspadori 6)
  • Osimhen 8: La partita è indirizzata, ma Osimhen non si perde l’opportunità di fare una tripletta e dare spettacolo ai tifosi arrivati al Mapei Stadium, dando una grande scossa agli uomini di Calzona. (dal 75′ Simeone 6)
  • Kvaratskhelia 8: Prende le misure nel primo tempo, ma nel secondo tempo si accende e ritorna il Kvaratskhelia che tutti conoscono. Assist e gol incredibili, tipici del gioiello partenopeo
Si Parla di:
- Pubblicità -