😞 “Pagina amara del nostro calcio”: Marotta torna sul caso Acerbi

L'amministratore delegato dell'Inter, Giuseppe Marotta, è tornato a parlare del caso Acerbi, definendo la vicenda una brutta pagina per il nostro calcio

Francesco Mazza
2 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Dopo la vicenda Acerbi-Juan Jesus, il difensore dell’Inter, impegnata nel match con l’Empoli, tornerà in campo per provare a dimenticare quanto accaduto. A tornare sulla vicenda è stato l’amministratore delegato nerazzurro Giuseppe Marotta, intervenuto ai microfoni di DAZN.

- Pubblicità -

Queste le sue parole: Noi siamo stati volutamente in silenzio, vorrei esprimere un sintesi delle nostre impressioni e dire che è una pagina amara per il mondo del calcio e per il nostro movimento, da qualsiasi punto di vista la si legga e la si possa analizzare”.

E ancora: “Noi abbiamo chiesto al nostro giocatore di raccontarci quanto accaduto in campo: lui ha espresso quella che era la verità, la sua verità, la verità oggettiva. Noi non avevamo dubbi riguardo ciò che avesse detto, come non avevamo riscontro dalle immagini di un comportamento discriminatorio. L’abbiamo affiancato con l’avvocato Capellini e poi il giudice ha preso la sua decisione”.

Marotta su Acerbi: “Inter sempre a fianco di iniziative contro il razzismo”

Marotta ha poi continuato: Devo dire che l’Inter è sempre al fianco di qualsiasi iniziativa che combatta il razzismo, siamo contrari al razzismo e siamo al fianco di Jesus da questo punto di vista. C’è un aspetto giuridico che è da rispettare, ma soprattutto la verità di un professionista come Acerbi che ha già avuto problematiche e non penso possa scherzare su questi argomenti”.

Riguardo un possibile confronto con il brasiliano del Napoli: “Non ho parlato con Juan Jesus, non compete a noi parlare con lui. Io prendo atto di quello che ci ha raccontato il nostro giocatore e non ho dubbi sulla sua versione, poi non sono io il giudice e non mi permetto di esprimere giudizi”.

- Pubblicità -