Rinascita Belotti, due no a gennaio per la Fiorentina: Spalletti osserva

Lorenzo Zucchiatti
2 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Aveva bisogno di nuovi stimoli Andrea Belotti, in un ruolo da vice Lukaku che gli stava decisamente stretto, e tutto ciò lo sta trovando alla Fiorentina. Contro la Lazio niente gol ma una partita di spessore assoluto, condita dalla sfortuna del palo colpito da calcio d’angolo. Ben due no a gennaio a Wolfsburg e Betis Siviglia, verso i quali la Roma aveva aperto, per accettare la corte di Italiano, al quale è bastata una telefonata per convincere il Gallo. Prestito oneroso a 750mila euro e riorno nella capitale a fine anno, con un futuro tutto da scrivere. Ma intanto il viola è il suo unico pensiero, o quasi, visto che un certo Spalletti osserva.

- Pubblicità -

Euro2024 alle porte: Belotti per riprendersi l’Italia

L’ultima apparizione in Nazionale dell’ex Roma risale a circa un anno e mezzo fa, quando gioco 15′ in un Italia-Ungheria di Nations League agli ordini di Roberto Mancini, poi più niente. In un periodo però dove le punte preoccupano non poco, con Pinamonti miglior realizzatore con 9 gol appaiato a Berardi ed Orsolini, Belotti può riprendersi l’Italia con un finale di stagione degno di questo nome. Euro2024 è alla porte e si sa che, a maggior ragione per gli attaccanti, chi arriva più in forma alla fine dell’anno ha grosse chances di convocazione. Spalletti è avvisato; il Gallo è tornato a cantare con la Fiorentina.

- Pubblicità -