Sassuolo, Grosso si presenta: “Obiettivo ricostruire ciò che il club merita”

Le parole del neo allenatore del Sassuolo, Fabio Grosso, che si è presentato in conferenza stampa per questa sua nuova avventura

A cura di Francesco Mazza News
- Pubblicità -

Dopo la retrocessione in Serie B, il Sassuolo ha scelto di ripartire da Fabio Grosso per tentare di tornare nella massima categoria. Nella giornata di oggi, lunedì 10 giugno, il tecnico si è presentato in conferenza stampa: “Sono felicissimo e orgoglioso di essere qui oggi. Ringrazio il direttore Carnevali e il direttore Palmieri, anche alla proprietà per avermi dato questo opportunità. Vaccariello e Carello lavoreranno per le prestazioni fisiche, Carretta sarà il match analyst e Longo sarà il vice. Ci integreremo con le persone del club provando a fare un grande lavoro, cercando di ripartire”.

Riguardo gli obiettivi: Io sono sempre ambizioso come persona e mi piace migliorarmi e migliorare le persona che lavorano con me. L’obiettivo è ricostruire un qualcosa che questo club ha lasciato poco fa e merita. Sappiamo le difficoltà che ci aspettano, più di parlare di obiettivi cercheremo di mettere in sesto una formazione bella, una squadra solida per essere protagonisti in un campionato difficile come quello della Serie B”.

Grosso ha poi parlato di cosa lo abbia spinto ad accettare la panchina: “È una società che mi ha sempre stuzzicato, ha dei valori che mi rispecchiano, è una società che ha mostrato lealtà, coerenza e lungimiranza. Quando ho avuto l’opportunità di poter venire sono stato felice di poterlo accettare. Oggi siamo solo alla presentazione, ci sarà tempo per parlarne. La squadra arriva da una delusione ma dopo la delusione se si è bravi a saper mettere le cose al posto giusto ti togli tante soddisfazioni e questo è il nostro obiettivo”.

Grosso: “Il club deve ripartire e vuole rifarlo”

Sui possibili nomi da cui ripartire: “Ve li darei ma potrei essere smentito. Parliamo ogni giorno con il direttore e sappiamo come possono essere queste situazioni, non sono mai definitive. Vorremmo avere a che fare con giocatore super motivati che mettono il club al primo posto. Ci sono tante situazioni e le affronteremo strada facendo. In questo club ci sono tanti ragazzi di qualità. Il club deve ripartire e vuole rifarlo, più che i nomi è importante sapere il modo e su quel modo appoggiare i nomi di giocatori che vogliono restare e quelli che vogliono arrivare“.

Riguardo il poter attingere dalla Primavera: “Il settore giovanile è sempre stato il fiore all’occhiello del club e i complimenti vanno fatti al direttore che è sempre vicino a me, ha fatto un grande lavoro negli anni ed è anche banale riconoscerlo adesso dopo la vittoria dello Scudetto. Ho avuto tempo e modo di seguire tanti ragazzi, ho visto anche la modalità bellissima con cui hanno affrontato il percorso. Complimenti a loro per il percorso, vuol dire che si è lavorato bene e proveremo a farlo anche noi”.

Grosso ha poi concluso: “Campionato difficile? Sono le sfide che ti fanno crescere. Siamo consapevoli delle tante difficoltà che derivano da un’annata difficile che ha affrontato questo club. Sappiamo le difficoltà che andremo ad affrontare, ci sono 4-5 squadre che vorranno essere protagoniste, ma anche altre lo saranno. Il gap è meno ridotto rispetto alla Serie A e questo ti fa capire quanto i piccoli dettagli possano fare la differenza. Noi vogliamo costruire una squadra con obiettivi chiari e che sia in grado di andare dritti viso a viso con le difficoltà che non mancheranno mai, ma poterle affrontare e superare”.

continua a leggere
Lettura: Sassuolo, Grosso si presenta: “Obiettivo ricostruire ciò che il club merita”

Le Squadre di Serie A

P