Bologna è una regola, Motta tra cene e sorrisi: le scelte verso il Lecce

Lorenzo Zucchiatti
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Lo cantava Luca Carboni nel 2015, e calcisticamente parlando sembrava averci visto giusto. Bologna è veramente una regola quest’anno, posto che solo il Milan, alla prima di campionato, il 21 agosto 2023, è uscito dal Dall’Ara con i 3 punti. La squadra vola e, anche dopo un inizio di 2024 con un fisiologico calo, la vittoria col Sassuolo ha dato nuova linfa ai ragazzi di Thiago Motta, che guardano all’Europa non più come un sogno ma come un obbiettivo da tenere a mente.

Cene e sorrisi per i felsinei, con il tecnico rossoblù che, giovedì sera, ha portato fuori i suoi ragazzi per pagare il pegno dell’espulsione rimediata a San Siro col Milan, cosa che cementa ancor di più il gruppo. In attesa di novità su quello che sarà il futuro di Thiago Motta, il focus va sul campo, con il -3 dall’Atalanta 4ª che fa gola. In terra emiliana arriva un Lecce galvanizzato dal successo sulla Fiorentina e lanciato verso la seconda salvezza consecutiva. Quali dunque le scelte in casa Bologna?

Chance per Fabbian, Zirkzee trascinatore

Squadra che vince non si cambia è un vecchio mantra buono per qualsiasi stagione, e dunque Thiago Motta dovrebbe operare solo due cambi di formazione rispetto al Sassuolo, uno obbligato e uno per scelta: Aebischer è squalificato e dunque ecco la chance dal 1′ per Fabbian. L’ex Inter è in vantaggio su Moro e vuole sfruttare l’opportunità di mettersi in mostra contro il Lecce. Per il ruolo di ala destra, Saelemaekers dovrebbe rilevare il posto di Urbanski e posizionarsi accanto a Ferguson e Orsolini. Davanti il solito trascinatore Zrikzee, desideroso di regalare al Bologna l’Europa prima di mettersi all’asta la prossima estate.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana