Siviglia-Roma, Coppola in ESCLUSIVA: “Sarà dura, ma possiamo vincere questa coppa”

A parlare in ESCLUSIVA ai microfoni di Footballnews24 è stato Maurizio Coppola, ex centrocampista del Cagliari, che si è espresso in merito alla finale di Europa League tra Siviglia e Roma

Lorenzo Gulino
7 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Il momento tanto atteso è arrivato, l’ultimo atto di un lungo percorso che vedrà la Roma affrontare il Siviglia. Non una partita come le altre, ma la finale di Europa League che decreterà chi, tra le due compagini, alzerà la tanto desiderata coppa. Ed è proprio nella notte stellata di Budapest che le due squadre daranno un ultimo assaggio del loro calcio. A parlarne ai nostri microfoni in ESCLUSIVA è stato Maurizio Coppola, ex centrocampista del Cagliari.

Siviglia-Roma, Coppola: “In queste gare contano gli episodi”

Riecheggia il rumore della lancette che si avvicinano alla tanto attesa ora: le 21:00 del 31 maggio 2023. Una data che potrebbe rimanere nella storia della Roma e del Siviglia, due squadre che hanno voglia di imporsi e soprattutto di trovare la gloria. Queste le parole di Coppola: “Se la mettiamo sul piano tecnico loro sono più bravi di noi perché hanno giocatori molto qualitativi soprattutto davanti, però in queste partite a risultato secco contano molto gli episodi”.

Un match che vivrà di attimi, di istanti, un’esplosione di emozioni dove ad avere la meglio sarà l’adrenalina, questo è ciò che attende Siviglia e Roma. Si è così espresso Coppola: “Gli episodi la Roma li può portare dalla sua parte perché è molto forte sui calci piazzati. Non c’è un favorito secco, direi un 50% e un 50% perché è una gara difficile da interpretare visto che in campionato hanno fatto entrambe lo stesso cammino e comunque sarà molto difficile.

Esultanza Roma
Esultanza Roma @livephotosport

Siviglia-Roma, Coppola: “I dettagli sono importanti”

Siviglia contro Roma, un gara che non permetterà errori, dove anche la più piccola disattenzione potrebbe portare alla catastrofe. Ed è allora qui che emerge il gruppo, la voglia e la fame di portare a casa il trofeo che passa però dall’attenzione del singolo…che passa dai dettagli. Queste le parole di Coppola: “L’aspetto più importante da preparare sono i dettagli. Io faccio l’allenatore della rappresentativa di Serie D e ho perso un torneo per i dettagli“.

Basta dunque un secondo, un attimo per cadere. Per questo la Roma contro il Siviglia dovrà essere accorta, spietata, fredda mentalmente, calda nell’animo, ma soprattutto dovrà guardare ogni aspetto. Ha continuato così Coppola: I dettagli sono importanti. Basta che ti scappa un avversario in area come successo contro la Fiorentina dove la Roma ha preso due gol evitabili. Non ti devi distrarre perché in ogni momento può succedere qualcosa che non ti aspetti.

José Mourinho (Roma)
José Mourinho (Roma) – @livephotosport

Siviglia-Roma, Coppola: “Mourinho su queste gare è il più forte di tutti”

In una serata storica ci sarà ancora una volta Mourinho, colui che delle finali ne fa il suo cavallo da battaglia. Passione, grinta e mentalità per lo Special One che è chiamato a guidare la Roma verso la coppa. Si è così espresso Coppola: “Da una parte c’è l’esperienza del Siviglia, che ha vinto 6 volte questa coppa, e dall’altra c’è Mourinho che è formidabile nelle gare secche. La sua esperienza è determinante, sa cosa deve fare e su queste gare è il più forte di tutti.

- Pubblicità -

Come un faro nella notte però, ad accendere Budapest e la Roma potrebbe essere Dybala. Il suo estro, la sua classe e la sua fame saranno l’arma in più. Un asso nella manica pronto a far sognare ogni tifoso che porta la lupa cucita sul suo petto. Queste le parole di Coppola: “Dybala potrebbe fare la differenza e se dovessi pensare con la testa di Mourinho giocherebbe da punta, con Pellegrini o Wijnaldum dietro di lui perché sono quelli con più esperienza”.

Paulo Dybala, Roma
Paulo Dybala, Roma @livephotosport

In gare come queste a contare non sarà solo la grinta, ma anche l’esperienza. Siviglia-Roma sarà un match duro, dove nulla potrà essere lasciato al caso e soprattutto, dove non ci sarà spazio per esperimenti e scommesse. Una partita secca dove ci si gioca il tutto per tutto in 90′. Si è così espresso Coppola: “Anche se per esempio Bove sta facendo un grande campionato, l’allenatore si affida a giocatori più esperti che conoscono queste tipo di partite”.


Leggi anche


Siviglia-Roma, Mourinho tenta il tutto per tutto

Siviglia-Roma non è solo gloria, ma è molto di più. Infatti i giallorossi hanno quest’ultima possibilità per accedere in Champions League. L’atto finale dunque, che decreterà il destino degli uomini di Mourinho. Queste le parole di Coppola: “La pressione per la Champions non farà molta differenza perché sapevano di essere fuori, visto il campionato non esaltante. Per me sarebbe una stagione fallimentare se la Roma non dovesse vincere l’Europa League”.

- Pubblicità -

Quindi alla Roma non resta altro che provarci, andare a Budapest per sconfiggere il Siviglia e prendersi l’Europa League. L’obiettivo non è solo vincere un trofeo, ma è quello di regalare ai tifosi la gioia di vedere i colori della propria città salire ancora una volta sul tetto d’Europa. Si è così espresso Coppola: “Loro sanno che se vanno in Champions hanno fatto un miracolo perciò la società sa che è un miraggio quello che faranno i giocatori. Sarà difficilissimo, ma possiamo vincere questa coppa.

Si Parla di:

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P