💸 “Vuole andare via gratis, non sono matto”: Lotito frena Luis Alberto

Il presidente della Lazio Claudio Lotito dice la sua sulla questione Luis Alberto che ha ammesso di voler lasciare la squadra biancoceleste al termine della stagione

Francesca Rofrano
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Non è bastato il poker alla Salernitana per appianare la situazione in casa Lazio che in questa stagione è stata abbastanza travagliata. A peggiorare il tutto è arrivata la confessione di Luis Alberto di voler lasciare la Capitale al termine della stagione, chiedendo alla società la rescissione del contratto.

Ai microfoni di AdnKronos è intervenuto il presidente della Lazio Claudio Lotito che smentisce quanto detto dal leader della formazione biancoceleste: “Luis Alberto forse vuole andare via in maniera gratuita, ma questo non è possibile. Ha un contratto di quattro anni da rispettare ed è un nostro tesserato. Le regole sono tali per tutti e non buttiamo i soldi dalla finestra”.

Poi il patron della Lazio continua additando il giocatore: “L’anno scorso ha preteso un rinnovo che è arrivato. È il secondo giocatore più pagato da noi e lui chiede altro, non si presenta al ritiro ed ora, senza darci prima l’informazione, se ne esce con questa cosa. Se vuole andarsene dalla Lazio deve trovare una squadra disposta a comprarlo”.

“Siamo quotati in Borsa e queste cose possono provocare gravi danni sia a livello economico che a livello di immagine. Se decidessimo di lasciarlo andare via a parametro zero significherebbe depauperare il patrimonio, non sono matto. Mi ammazzerebbero e avrebbero ragione”. Con queste parole il presidente della Lazio Claudio Lotito fa chiarezza sulla questione Luis Alberto che ora dovrà trovare una soluzione in caso di decisione di lasciare la squadra definitivamente dopo 8 stagioni.

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P