💪 Atalanta, Ruggeri: “Proveremo a mettere in difficoltà il Liverpool”

Matteo Ruggeri, esterno dell'Atalanta, ha rilasciato un'intervista nella quale tra i tanti temi ha parlato anche della sfida al Liverpool in Europa League

Redazione
2 lettura minima

Seguici sui nostri canali

Dopo aver cominciato a trovare spazio nella scorsa stagione, quest’anno Ruggeri è diventato il titolare della fascia sinistra dell’Atalanta, che sta lottando per un posto in Champions League Il classe 2002 ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport, nella quale ha raccontato il gol allo Sporting, uno dei momenti più belli fin qui della sua carriera.

- Pubblicità -

Queste le sue parole: “Ho segnato a Lisbona e mi è passato davanti agli occhio tutto: gli anni nel vivaio, l’esordio, l’esperienza a Salerno e gli infortuni. Ci ho messo sempre messo del mio per non mollare mai, per sfruttare tutte le occasioni. E Gasp ne da a tutti”.

Proprio in Europa League, l’Atalanta sfiderà il Liverpool e Ruggeri ha così commentato questo match: “Partite dal sapore diverso, sensazioni ed un peso diversi. Proveremo a mettere in difficoltà il Liverpool, con la nostra spensieratezza. Ogni tanto mi immagino Anfield pieno, io l’ho visto a porte chiuse in occasione del lockdown, quel prato era un tavolo da biliardo”.

Atalanta, Ruggeri: “Spalletti? Ci ha fatto un discorso bellissimo”

Ruggeri ha poi parlato di Gasperini e del prosieguo della stagione: “Mai stanco? È una parola grossa, ma con gli allenamenti di Gasperini più fai fatica, meno fatichi. Ti senti bene con più forza nelle gambe. E al 90′ ne hai ancora. Se la testa funzionerà come le gambe, concentrandoci su due cose visto abbiamo ancora tre obiettivi vivi: una fase difensiva forte e la prima partita in calendario”.

Riguardo invece la presenza di Spalletti in occasione della gara dell’U21 contro la Turchia: “È venuto nello spogliatoio prima della partita e ci ha fatto un discorso bellissimo: ‘È come se io e Nunziata lavorassimo insieme, ogni vostra partita è un’occasione, datemi segnali’. Ho dato tutto come sempre, spero di averlo fatto”.

- Pubblicità -