Udinese-Empoli, Cannavaro: “Nessuno ti regala nulla, avremmo potuto chiuderla”

L'Udinese recupera l'Empoli allo scadere ed ha in mano la propria permanenza in Serie A: le parole di Fabio Cananvaro al termine del match

A cura di Marco Gioviale News
- Pubblicità -

L’Udinese ringrazia Samardzic e pareggia contro l’Empoli in pieno recupero, i friulani ora hanno la salvezza nelle loro mani. Nel prossimo turno, l’ultimo di questa Serie A, affronteranno il Frosinone e alla squadra di Cannavaro potrebbe bastare un pareggio per restare nella massima divisione, nel caso in cui la Roma dovesse battere l’Empoli 18° in classifica. Al termine del match, il tecnico dei bianconeri si è rivolto ai microfoni di Sky Sport: Nessuno ti regala nulla, adesso sono tutte partite difficili.

“Oggi ha condizionato molto l’infortunio di Success, perché dopo la sua uscita dal campo ho visto la squadra molto impaurita e non riuscivamo ad alzare il baricentro. Con Davies la situazione è cambiata, avremmo potuto chiuderla ma mi è piaciuta la lucidità dopo il gol di Niang: era proprio quello che avevo chiesto in settimana”. Queste le parole di Fabio Cannavaro, che ha poi continuato, parlando della gara contro il Frosinone: “Voglio far capire ai miei ragazzi che se vogliono vincere devono andare avanti senza paure, perché la paura ti fa venire il braccino”.

Lettura: Udinese-Empoli, Cannavaro: “Nessuno ti regala nulla, avremmo potuto chiuderla”
P