EURO 2024, Tassotti sull’Italia: “Arriveremo in fondo, la forma di Scamacca rinfranca”

Le parole di Mauro Tassotti in vista di EURO 2024, con l'Italia chiamata a difendere il titolo dell'ultima edizione, conquistato in finale contro l'Inghilterra

A cura di Francesco Mazza News
- Pubblicità -

Con EURO 2024 alle porte, l’Italia si prepara nel tentativo di difendere il titolo del 2021. A dire la sua sugli Azzurri ci ha pensato Mauro Tassotti, in un’intervista a TvPlay: “Si dice sempre che la Nazionale non supera i gironi. Non parte mai con grande entusiasmo, è la storia. Poi arriva sempre in fondo alle competizioni. Battere la nostra Nazionale in queste manifestazioni è sempre difficile. Credo che arriveremo in fondo anche ad EURO 2024. Spalletti è un grandissimo allenatore. Saremo un ostacolo per tutti quelli che vorranno vincere. Non dimentichiamolo, siamo campioni d’Europa”.

Sulla convocazione di Fagioli: “Credo che abbia pagato già il suo debito. Fagioli se lo merita dal punto di vista sportivo, ha qualità, altrimenti non sarebbe stato convocato. È giusto così, se Spalletti ha ritenuto che il giocatore serva, va portato a prescindere da quello che è stato. Non ha giocato tutto il campionato, è tornato solo alla fine, evidentemente Fagioli l’ha convinto in questi giorni a Coverciano. Se si continuasse a non perdonare, nel calcio esisterebbero poche persone”.

Tassotti ha concluso esprimendosi su chi debba essere l’attaccante titolare: “Spalletti vede Scamacca e Retegui tutti i giorni. Avremo bisogno di entrambi alla fine, perché è impensabile che uno possa giocare tutte le partite. È importante che stiano bene fisicamente. Retegui ha fatto sempre molto bene in azzurro, però la forma di Scamacca rinfranca un po’ tutti. Da qui all’esordio all’Europeo la squadra non potrà far altro che migliorare perché scaricherà tutto il lavoro svolto in queste settimane”.

Lettura: EURO 2024, Tassotti sull’Italia: “Arriveremo in fondo, la forma di Scamacca rinfranca”
P