La Fiorentina vola in finale, Italiano: “Timore sul rigore, siamo stati premiati”

Italiano commenta la sfida contro il Club Brugge che ha mandato la Fiorentina in finale di Conference League: il tecnico si è detto spaventato per il calcio di rigore, per via della maledizione che sembra aver colpito la viola

Francesca Rofrano
1 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Nonostante il pareggio ottenuto per 1-1 contro il Club Brugge, la Fiorentina vola in finale di Conference League per la seconda volta consecutiva. Un biglietto per Atene datato per il 29 maggio. al termine della partita Vincenzo Italiano ha commentato la partita ai microfoni di Sky: “Due finali in due anni in Conference League ed è incredibile. La maledizione dei pali ci perseguita e menomale che Beltran ha segnato il rigore. Bravi ai miei ragazzi. Quest’anno pali e rigori sono stati maledetti, ho avuto un po’ di paura ma Lucas si è preso la responsabilità dimostrando personalità”.

“Quando arrivai a Firenze dissi ai tifosi che avrei fatto quanto in mio potere per le Coppe. È un percorso fantastico e anche quest’anno abbiamo la possibilità di giocarci la finale. Nel primo tempo ci siamo detti che bisognava spingere e creare pressione. Siamo stati premiati dopo una partita di grande personalità in questa bolgia”. Queste le parole di Italiano che si gode l’accesso ad un’altra finale, sicuramente l’ultima sulla panchina Viola.

Lettura: La Fiorentina vola in finale, Italiano: “Timore sul rigore, siamo stati premiati”

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P