😑 “Ha ucciso la partita”, Gundogan critico dopo l’eliminazione del Barcellona

Ilkay Gundogan ha criticato il suo compagno di squadra Araujo, espulso nel primo tempo per aver interrotto una chiara occasione da gol, dopo l'eliminazione del Barcellona dalla Champions League per mano del PSG

Riccardo Siciliano
1 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

È stata una notte amara per il Barcellona, eliminato dai quarti di finale di Champions League dopo la sconfitta in casa per 1-4 con il PSG. Ai microfoni della CBS, Gundogan ha espresso il suo disappunto per il risultato: “Sono deluso, molto deluso. La qualificazione era nelle nostre mani e l’abbiamo regalata al PSG nel modo più semplice“.

Gundogan ha parlato anche del rosso di Araujo: “Se ha fatto fallo, è giusto il rosso, ancora non ho visto il replay. In questi momenti cruciali devi avere la sicurezza di intervenire sul pallone. Preferisco concedere il gol o lasciare l’attaccante in uno contro uno con il portiere. Prendere un’espulsione così presto ha ucciso la partita“.

Il centrocampista tedesco ha criticato anche la difesa dei blaugrana e ha reclamato un rigore: “Non dobbiamo lasciarlo tirare, dovevamo uscire e chiudere. Non era niente che non avessimo provato in allenamento, il giocatore più vicino doveva chiudere. Rigore non fischiato? Penso che ci fosse. Stavo correndo e l’avversario mi ha toccato“.

Lettura: 😑 “Ha ucciso la partita”, Gundogan critico dopo l’eliminazione del Barcellona

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P