Inter, Ausilio: “La ricetta vincente? Equilibrio e determinazione. Il prossimo mercato?…”

Il direttore sportivo dei nerazzurri analizza il trionfo in Serie A e proietta il futuro del club

Redazione
2 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Dopo la vittoria decisiva che ha consacrato l’Inter come campione d’Italia, il direttore sportivo Piero Ausilio ha condiviso le sue riflessioni esclusive con SportMediaset. Ausilio, visibilmente emozionato, ha sottolineato l’importanza di un mix di elementi per raggiungere il successo: “Pensare ad un ingrediente solo diventa difficile… C’è stata grande disponibilità fin da subito, fin dal Giappone, con in testa un unico obiettivo: vincere il campionato e portare a casa la seconda stella prima del Milan. Noi ci sentivamo forti ma allo stesso tempo umili, sapevamo che la squadra era stata fatta con i giusti criteri nonostante i tanti cambi. Grande lavoro dello chef Simone Inzaghi, c’è stata tanta fatica e la soddisfazione è enorme”.

“Il momento più bello della mia lunga militanza all’Inter”

Rivolgendosi al passato e alle sue esperienze nel club, Ausilio ha espresso tutto il suo entusiasmo per l’attuale trionfo: “Avevo qualche capello quando ho iniziato… Questo è il momento più bello perché l’ultimo e perché ha il significato della seconda stella, che arriva dopo anni difficili che io ho vissuto. Ho lavorato con tre proprietà, ho fatto una lunga esperienza e ora me la godo. È giusto prendersi i meriti per questo successo”.

Sul futuro del mercato: “Equilibrio ed efficacia”

Quando interrogato sulle prossime mosse di mercato dell’Inter, Ausilio ha mantenuto un atteggiamento cauto ma fiducioso: “Se dico che il mercato è finito ci credete? Preoccupazione non ce n’è. Qualcosa abbiamo fatto, inutile nascondere il segreto di Pulcinella. Abbiamo già preso due calciatori forti che si inseriranno in un gruppo forte. Non faremo una rosa troppo larga, il mister è stato bravo a dare spazio a tutti e questo lo puoi fare solo se hai l’equilibrio ed il numero giusto. Vogliamo aggiungere qualcosa, non sarà un mercato come lo scorso anno in cui abbiamo cambiato tantissimo e può darsi che si faccia davvero poco”.

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P