🇦🇲 Inter-Cagliari, dubbio Mkhitaryan: la diffida in vista del derby

Henrikh Mkhitaryan è in diffida, tra due giornate ci sarà il derby e Simone Inzaghi potrebbe non rischiare l'armeno; però a Cagliari dovrà fare già rinunciare a Lautaro e Pavard

Marco Gioviale
3 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Henrikh Mkhitaryan è senza dubbio uno dei protagonisti assoluti della cavalcata scudetto nerazzurra. Tra due giornate ci sarà il derby, che potrebbe già assegnare matematicamente la seconda stella all’Inter. Se Lautaro e Pavard hanno scontato a Udine la loro diffida, l’armeno può ancora essere squalificato e, se ciò dovesse accadere contro il Cagliari, rischierebbe di perdersi una giornata unica per la storia del suo club.

Nella stagione 2023-24, Inter fa rima con “Mkhitaryan”: 42 partite giocate quest’anno dai nerazzurri, e in 41 di esse l’armeno è stato in campo. L’unica partita in cui il centrocampista è stato assente diventa l’eccezione che fa la regola: Inter-Benfica 3-3. Scaramanzia a parte, l’Inter ha bisogno del suo centrocampista, e più che mai nella partita che potrebbe mettere il punto esclamativo a questo campionato.

L’armeno, che “corre come un treno”, citando il coro dedicatogli dalla curva interista, è il secondo assistman della squadra di Inzaghi. In Serie A invece è terzo a quota 9 assist, dietro solo al milanista Leao (anche lui 9 assist) e al suo compagno Thuram (11 assist). Un altro dato che ci dimostra l’importanza del calciatore ex Arsenal e Borussia Dortmund.

Mkhitaryan, Inter
Mkhitaryan, Inter @Twitter

In vista della partita contro il Cagliari, dove l’Inter sarà senza Lautaro e Pavard, ad Appiano Gentile spunta l’idea di non rischiare il jolly Mkhitaryan. Simone Inzaghi potrebbe quindi lasciare il panchina il centrocampista armeno, sfruttando al suo posto un Frattesi in ottima forma. A soli 8 punti dal traguardo, i meneghini possono concedersi il lusso di fare qualche calcolo e arrivare con tutti i titolari alle partite decisive. Perché se è vero che quello contro il Milan sarà solo uno dei match point a disposizione dell’Inter, la sponda nerazzurra del naviglio non vuole più aspettare molto tempo.

I recenti derby

L’impatto dell’armeno è stato decisivo soprattutto negli ultimi tre derby. Il 10 maggio 2023, nella semifinale d’andata di Champions, buca l’addormentata difesa rossonera e porta sul 2-0 la squadra d’Inzaghi. La partita terminerà proprio con quel risultato, e al ritorno i nerazzurri vinceranno per 1-0, con la qualificazione mai davvero in pericolo.

Lo scorso 16 settembre invece, nel roboante 5-1, si rende protagonista con una doppietta, la prima e finora unica con i colori dell’Inter. Suo il primo gol che sblocca la partita dopo appena 5 minuti, con l’ex Arsenal che interviene deviando un tiro in porta di Dimarco. Al 69′ poi, dopo che Leao aveva accorciato le distanze per il Milan, mette il sigillo del 3-1 che porterà i nerazzurri a dilagare nel finale del Meazza.

- Pubblicità -
Lettura: 🇦🇲 Inter-Cagliari, dubbio Mkhitaryan: la diffida in vista del derby
P