💡 Roma, miraggio Champions League: tutte le combinazioni

La Champions League diventa sempre più un miraggio con la Roma che potrebbe qualificarsi solo a determinate condizioni. Combinazioni che non dipenderanno solo ed esclusivamente dai giallorossi e dalla prossime mosse di De Rossi, che tuttavia proverà a vincere le ultime due gare della stagione. A partire dalle reazioni della piazza fino al racconto di quanto accaduto a Bergamo, analizziamo le variabili che potrebbero garantire ai giallorossi la qualificazione al trofeo delle grandi orecchie

A cura di Federica Concas News
- Pubblicità -

Tra orgoglio e resa, la Roma cede ai colpi dell’Atalanta mettendo a rischio la qualificazione in Champions League. Un 2-1 decisamente più morbido di quanto visto effettivamente in campo. Con la Dea abile nel collezionare numerose occasioni da rete ma altrettanto poco concreta nel riuscire a farle entrare nella porta gestita da Svilar. I giallorossi sono apparsi in completa difficoltà, un vero e proprio assist per la squadra guidata da Gasperini.

Quella andata in scena a Bergamo è stata una gara meno romantica rispetto a quella giocata all’Olimpico contro il Bayer Leverkusen. In quell’occasione, la Roma aveva dimostrato di avere piedi ma soprattutto mentalità per ribaltare il destino. Viceversa, la squadra scesa in campo contro l’Atalanta ha rappresentato solo una cattiva copia di quella pronta a ribaltare il risultato in Europa League.

Uno spauracchio che ha deciso la gara più importante della stagione con la Roma surclassata dall’Atalanta, in uno scontro diretto che potrebbe rivelarsi decisivo. Oramai, arrivare al quinto posto, sulla carta l’ultimo disponibile, è pressoché impossibile perché i giallorossi dovrebbero recuperare 4 punti in due partite. Con la squadra di Gasperini che di match ne ha invece 3, tra cui il recupero con la Fiorentina.

Sesta a -3 dall’Atalanta e a +1 dalla Lazio, la qualificazione della Roma in Champions League è praticamente un miraggio. Un presupposto quasi compromesso e molto complicato anche se, tuttavia, ci sono ancora diverse combinazioni che potrebbero spedire la squadra di De Rossi nel massimo torneo europeo. Ma quali?

💡 Roma, miraggio Champions League: tutte le combinazioni

Rimontare l’Atalanta

La prima delle combinazioni che potrebbe regalare la qualificazione alla Roma in Champions League è la più ovvia, seppur complessa: rimontare l’Atalanta. Un obiettivo difficile che potrebbe giungere solo qualora gli orobici crollassero proprio nelle ultime tre gare che devono ancora disputare, a fronte del recupero con la Fiorentina. I bergamaschi sono attualmente avanti ai giallorossi di 3 punti, 4 se si considerano gli scontri diretti.

Tuttavia, l’Atalanta potrebbe risentire della distrazione e della stanchezza derivanti dalla doppia finale di Coppa Italia contro la Juventus. Oltre ovviamente ai preparativi dell’atto conclusivo made in Europa League contro il Bayer Leverkusen. Viceversa, il calendario di Serie A metterà la squadra di Gasperini di fronte ad un Lecce già salvo, gara lontana dalle mura amiche, e ad un Torino che potrebbe già avere compromesso la corsa all’Europa.

Senza poi dimenticare il recupero della gara contro la Fiorentina il 2 giugno. Con l’Atalanta reduce dalla finale di Europa League e che in virtù di una vittoria potrebbe regalare l’accesso diretto alla Champions League. Insomma, gli impegni della Dea sono tanti, anche se i nerazzurri hanno dimostrato nel momento più impegnativo di essere capaci di tenere in mano le redini della stagione.

Quel che non è accaduto alla Roma che negli ultimi match ha tirato la cinghia, esclusa la gara all‘Olimpico contro il Bayer Leverkusen. Ma, ritornando alla prima combinazione, ecco che qualora i giallorossi facessero obbligatoriamente 6 punti e l’Atalanta in tre gare ne agguantasse appena 2 la formazione di De Rossi si qualificherebbe alla Champions League. Uno scenario quasi impossibile, ma una speranza su cui la paizza si aggrapperà fino all’esito matematico.

Esultanza Roma
Esultanza Roma @Twitter

Blindare il sesto posto

Attendere un passo falso dell’Atalanta potrebbe tuttavia non rappresentare la combinazione migliore su cui dovrà sperare la Roma. La possibilità più concreta e maggiormente realizzabile è che i giallorossi riescano innanzitutto a blindare il sesto posto dall’assalto della Lazio, giunta a -1. Con la squadra di De Rossi che annovera a favore lo scontro diretto e sperare che la Dea vinca la finale di Europa League.

Qualora la squadra di Gasperini superasse il Bayer Leverkusen vincendo lo storico trofeo, la Roma con il sesto posto a regime accederebbe in Champions League come l’ultima squadra che l’Italia, grazie anche al punteggio ranking, come riportato da Tuttomercatoweb, è riuscita a portare nel massimo campionato europeo. Tuttavia, lo scenario necessita di un’altra condizione. Anche questa altrettanto decisiva.

Infatti, non è detto che blindare il sesto posto in classifica e contestualmente registrare la vittoria dell’Atalanta in Europa League consentano in automatico alla squadra di De Rossi di qualificarsi al trofeo delle grandi orecchie. Qualora l’Atalanta staccasse definitivamente i giallorossi, mettendo nel mirino Bologna e Juventus appaiate al terzo e quarto posto, presto chiamate allo scontro diretto, la squadra di De rossi verrebbe comunque esclusa.

Un risultato, quello tra Bologna e Juventus, che potrebbe favorire l’Atalanta anche in virtù della partita in più ancora da giocare. Qualora la Dea vincesse tutti e 3 gli impegni e giungesse un pari tra bianconeri e rossoblù, la squadra di Gasperini si posizionerebbe terza, o diversamente per lo meno quarta. In entrambi i casi dunque l’avanzamento in classifica significherebbe cancellare la possibilità di spedire la sesta squadra in Champions League. Con la Roma dunque fuori dai giochi.

Post Atalanta-Roma

Roma, le prossime mosse di De Rossi

Appurato quali potranno essere le probabili combinazioni che permetterebbe la qualificazione della Roma in Champions League, una parte importante nel finale di stagione l’avranno anche le prossime mosse di De Rossi. L’allenatore giallorosso, a prescindere da come andrà a terminare il campionato, è stato abile nel prendere in mano una squadra fortemente compromessa dopo i passi falsi incassati con Mourinho in panca.

Un’eredità pesante anche perché nonostante tutto una frangia dei tifosi giallorossi è ancora fortemente legata allo Special One. Ma assodato il cambio registro accaduto con l’avvento di De Rossi, in tal senso le prossime mosse del tecnico potrebbero rivelarsi decisive. La Roma infatti dopo l’eliminazione in Europa League e la compromissione della qualificazione in Champions League giocherà con un solo obiettivo: vincere.

L’Atalanta diventerà una sorta di chance dal doppio volto: da una parte la squadra da tifare in Europa League, dall’altra la formazione da non supportare in ottica campionato. Poiché, ipocrisie a parte, la Roma come d’altronde i tifosi sperano che l’obiettivo stagionale alla fine, nonostante tutto, bussi alla porta giallorossa anche grazie ad un pizzico di fortuna.

Le prossime mosse di De Rossi saranno volte valutare innanzitutto le condizioni della rosa e di quei giocatori che maggiormente hanno speso energie nell’ultimo periodo. Consapevole tuttavia che le ultime due gare rappresenteranno due finali in cui anche le vittorie potrebbero non rivelarsi decisive. Insomma, il finale di stagione della Roma si avvia a regalare emozioni al photofinish. Il futuro ancora incerto è nelle mani delle solo del destino.

Le reazioni della piazza

Tra combinazioni per qualificarsi in Champions League e le prossime mosse che andrà a compiere De Rossi, a incuriosire sono anche i commenti dei tifosi. Le reazioni della piazza che dopo la sconfitta subita dalla Roma contro l’Atalanta hanno preso piede specialmente su Twitter. Il canale social nel post gara ha registrato numerosi contributi che tuttavia non hanno coinvolto la figura e le scelte del tecnico giallorosso, ma l’attitudine della squadra stessa.

Commenti che raccontano l’insoddisfazione nei confronti di alcuni elementi della formazione che specialmente negli ultimi incontri non avrebbero dato il giusto supporto. Sotto questo punto di vista la reaziona della piazza è stata unanimi. Con la Roma che è finita al centro delle polemiche in virtù delle ultime performance che ha disputato specialmente in campionato. Una resa che denota la stanchezza e che tuttavia molto dipende dai nomi presenti in rosa.

Tuttavia, in secondo piano infatti non può passare il fatto che l’Atalanta è una squadra a prescindere maggiormente collaudata, al contrario della Roma che a partire dalla panchina ha registrato discontinuità. Nonostante ciò, le reazioni della piazza non giustificano tale circostanza ed anzi potrebbero diventare ancora più polemiche qualora i giallorossi non si qualificassero in Champions League. Una possibilità data come remota dai supporters stessi ma che, qualora accadesse, non lascerà a prescindere gli internauti con le amni in mano.

Lettura: 💡 Roma, miraggio Champions League: tutte le combinazioni
P